Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Caffè espresso: inchiesta nei bar di Milano e Roma

1 febbraio 2008
Caffè espresso: inchiesta nei bar di Milano e Roma

Chi pensava che l'espresso di qualità fosse una rarità assoluta solo all'estero deve ricredersi. La nostra inchiesta condotta attraverso il metodo dell'analisi sensoriale
(in collaborazione con l'Istituto internazionale assaggiatori caffè) in venti tra i più frequentati e apprezzati bar milanesi e romani del centro storico, quelli che dovrebbero essere i migliori garanti della tazzina doc, ha purtroppo dato esiti deludenti.

Caffè a Milano
Nel capoluogo lombardo solo l'espresso di un bar nei pressi del Duomo si è meritato un giudizio completamente positivo (ma non eccellente), altri tre caffè non raggiungono neanche un buono pieno, mentre ad arrancare verso la sufficienza sono addirittura sei caffè su dieci.

Caffè a Roma
Gli indirizzi capitolini del centro sembrano cavarsela meglio dei "colleghi" milanesi. La tazzina di un bar è a un soffio dall'eccellenza, ma soddisfano anche quelle di altri tre storici indirizzi. Poi c'è chi si accontenta della sufficienza, mentre gli ultime tre sono ai limiti della bocciatura.

Servito al tavolo è un lusso
Un altro tasto dolente è quello dei prezzi. Anche questa volta i bar romani segnano un punto a loro favore: nella capitale l'espresso al banco si trova anche a 70 centesimi, mentre a Milano si parte da 90. Si arriva comunque in entrambe le città a 1,10 euro. Ma il salasso è puntuale quando si decide di prendere il caffè comodamente seduti. Si possono sborsare perfino 5 euro.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.