Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Pasta: test sulle penne rigate

1 maggio 2008
Pasta: test sulle penne rigate

La pasta non è solo protagonista della dieta mediterranea. Da qualche mese si è trovata al centro della questione caro-vita: i prezzi aumentano, i consumatori si lamentano, le aziende si giustificano. E la qualità? Il nostro test sulle penne rigate.

Pasta solo di grano duro
Oggi si parla di pasta soprattutto legandola al problema dell'aumento dei prezzi , ma in passato - ciclicamente - sono circolate voci allarmanti circa la possibilità di trovare in vendita alcuni tipi di pasta prodotti con grano tenero, di qualità nettamente inferiore. Va detto che le paste prodotte in Italia rispettano l'indicazione di legge che prevede esclusivamente l'impiego del grano duro (più ricco di glutine e quindi più adatto alla preparazione della pasta). Quest'obbligo non esiste però all'estero, dove è possibile usare il grano tenero, più adatto invece per fare il pane e i prodotti da forno.

In Italia è raro - ma è certamente possibile - trovare qualche prodotto d'importazione: se l'ingrediente usato per l'impasto è il grano tenero comunque deve essere riportato obbligatoriamente e in modo visibile sulle confezioni.

Test: caccia agli ospiti sgraditi
Non è bello trovarli nel sacchetto della pasta. Ma non sono nocivi. Gli insetti e le farfalline che infestano le confezioni sono frutto di un cattivo stato di conservazione della pasta (nel magazzino di stoccaggio o sullo scaffale del supermercato) o di igiene scarsa (nel mulino o nel pastificio). Questi animaletti passano facilmente da una confezione all'altra (riescono a forare i sacchetti e le scatole di cartone). Per evitare il problema conservate la pasta in barattoli di vetro o plastica ermeticamente chiusi in un luogo fresco e asciutto. Se li trovate nella dispensa, invece, buttate via le confezioni di pasta e disinfettate bene l'armadio. Nel test comparativo sulle penne rigate siamo andati a caccia anche di impurità e materiali estranei che possono ritrovarsi negli alimenti a seguito di contaminazione. In questa prova non sono mancate le sorprese.

Marche del test

  1. Agnesi
  2. Antonio amato
  3. Auchan
  4. Barilla
  5. Buitoni
  6. Carrefour
  7. Conad
  8. Coop
  9. De cecco
  10. Delverde
  11. Dico
  12. Divella
  13. Esselunga
  14. Fidel (esselunga)
  15. Fior di spesa (standa)
  16. Garofalo
  17. Granoro
  18. Gs
  19. La molisana
  20. Novella (in's)
  21. Rummo
  22. Russo di cicciano
  23. Sma
  24. Voiello



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.