Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Prodotti dimagranti: una dieta dolceamara

1 aprile 2008
Prodotti dimagranti: una dieta dolceamara

Barrette e beveroni per dimagrire sono inutili. E zeppi di zuccheri. Per snellire il girovita basta un po' di moderazione, abbinata a una regolare attivita' sportiva. Senza perdere il piacere del palato. Due snack dimagranti denunciati al Garante per messaggio ingannevole.

Dimagranti sotto la lente
Abbiamo messo sotto esame 10 sostituti del pasto e 2 sostituti dell'intera razione alimentare giornaliera. Si tratta di barrette, creme di verdura e beveroni venduti in supermercati e farmacie. Dall'analisi delle informazioni riportate in etichetta emergono diversi validi motivi per abbandonare l'idea di comprarli.

  • Ipocalorici. L'apporto energetico è sempre molto basso. I nutrizionisti raccomandano di non scendere mai al di sotto delle 1200 kcal giornaliere, mentre i due prodotti che sostituiscono l'intera razione giornaliera forniscono non più di 870 kcal. I sostituti del pasto forniscono dalle 202 alle 328 kcal, un quantitativo scarso. Un pasto dovrebbe fornire come minimo un apporto energetico di 400 kcal, ovvero un terzo del fabbisogno giornaliero.
  • Poco sani. In tutti i sostituti del pasto che lo dichiarano, l'apporto degli zuccheri è pari a 3-6 zollette per barretta o crema.
  • Fibre. Tutti i prodotti esaminati danno un apporto di fibre piuttosto scarso confrontato con le raccomandazioni date dai nutrizionisti.
  • Vitamine e minerali. In genere sono in linea con i valori raccomandati per legge, ma un prodotto contiene calcio e fosforo in quantità doppia rispetto alla dose giornaliera raccomandata. La crema di verdure è piuttosto salata: il contenuto di sodio è quasi il doppio di quello consigliato.
  • Acidi grassi saturi. In più della metà dei campioni il valore di acidi grassi saturi, che non dovrebbe essere superiore a 1/3 dei grassi totali (fanno alzare il colesterolo nel sangue), è notevolmente elevato.
  • Disinformazione. Non mancano slogan scorretti, diseducativi o privi di fondamento scientifico. Per esempio la ritenzione idrica in eccesso non è da correlare all'accumulo di grassi, come fanno tre prodotti. I sostituti del pasto per legge possono essere consigliati solo nell'ambito di una dieta ipocalorica variata, non possono sostituire l'intera alimentazione. Questa indicazione fondamentale manca in diversi prodotti analizzati.
  • Poco gusto. La giuria di assaggiatori ha espresso giudizi negativi su quasi tutti i prodotti. Spesso il sapore risulta non ben definito, il gusto troppo dolce e la consistenza poco appagante.

Le buone regole per dimagrire
Perdere peso fa parte di un programma più allargato di mantenimento della forma. Ci si deve abituare a curare non solo l'alimentazione, ma anche a fare moto e a modificare alcune abitudini. La dieta è un cambiamento del proprio stile di vita, graduale e duraturo. Un valido programma dietetico, consigliato da un dietologo, deve introdurre nuove regole alimentari da seguire nel lungo periodo, correlate a buone abitudini di vita (come attività fisica regolare). La strada da seguire è la costanza. Al dimagrimento deve seguire una dieta di mantenimento, che consenta di conservare la buona forma acquisita. I dimagrimenti rapidi, promessi dalle pubblicità, sono un'illusione. Se non ci si sottopone a una dieta corretta si rischia di riacquistare velocemente i chili persi, o peggio, di fare solo danni alla salute.

Nomi prodotti dimagranti testati

  1. Pesocontrol
  2. Enervit - Enerzona
  3. Enervit protein
  4. Pesoforma



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.