Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Rosso di Montalcino

1 novembre 2007

Meno pregiato, meno caro, comunque all'altezza: il Rosso, parente stretto del celebre Brunello, si rivela un vino di ottima qualità. Quasi tutte le 50 bottiglie superano il test di laboratorio e appagano gli assaggiatori professionisti.

Fratellastro del Brunello
Chi vuole bere del buon vino, di uve Sangiovese, in grado di esaltare le più svariate ricette di cucina nazionale (non solo dell'originaria Toscana), può propendere per il Rosso di Montalcino. Il fratellastro del celebre Brunello si rivela un ottimo vino a un prezzo accettabile. La qualità è molto buona ed è un ottimo risultato che possiamo generalizzare, visto che sono ben 50 le bottiglie di Rosso di Montalcino che hanno varcato la soglia del nostro laboratorio per essere sottoposte al test. I risultati parlano chiaro: le sostanze sgradite, come gli additivi, sono entro i limiti previsti, in più i vini sono stati apprezzati da chi se ne intende, come i 23 degustatori che li hanno assaggiati per noi.
Per gli amanti del genere è certamente una buona notizia che un vino considerato di pregio esca a testa alta da tutte le prove, senza smentirsi.

Non serve spender troppo
Nella scelta non contano solo il prezzo e la marca: si può acquistare un buon vino senza spendere troppo. Il test rivela, infatti, che le bottiglie premiate del Miglior Acquisto si aggirano sui 10 euro, traguardo non raggiunto da altri prodotti venduti a prezzi ben più alti, fino a 28 euro.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.