Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Test su te' verde e te' nero

1 marzo 2008
Test su te' verde e te' nero

Fino a poco tempo fa gli italiani bevevano solo quello classico. Ora è spuntato quello verde.
Intanto va detto che quello nero e quello verde non derivano da piante diverse, ma solo da lavorazioni differenti. Una volta raccolte, le foglie vengono lavorate in modo da ottenere differenti tè. Sorgono poi dubbi e domande: il tè verde è più salutare di quello nero? Se ne può bere senza limitazioni?

Tè Puri o miscele
In commercio si trovano molti tè puri, classificati in base all'origine: tra i più famosi il tè dell'India (per esempio darjeeling e assam tea); quello della Cina; il tè di Ceylon proviene dallo Sri Lanka. Anche le miscele (chiamate blends) di generi diversi sono molto diffuse: chi non ha mai sentito parlare dell'english breakfast? Questa miscela corposa è stata studiata per la colazione del mattino e per accompagnare cibi fritti e uova, tipici del primo pasto inglese. La miscela afternoon blend, invece, è più leggera (con una punta di gelsomino) e adatta al pomeriggio. I russi apprezzano un mix di tè neri e oolong chiamato russian caravan. Profuma di bergamotto, invece, il blend cinese earl grey.

Bere senza esagerare
La moda alimentare scommette sul tè verde. Difficile darle torto: il tè (sia il nero sia il verde) è una fonte naturale di flavonoidi, dal grande potere antiossidante, capaci di proteggere le cellule e i tessuti dall'azione dei radicali liberi. La tipologia di flavonoidi varia a seconda del tè: in quello verde prevalgono le catechine; nel nero le tearubigine. Allora è vero che il tè fa bene? Alcune evidenze scientifiche offrono risultati positivi, che incoraggiano nuovi test e studi. Non è però certo che esista una netta differenza tra tè verde e nero. I presunti benefici poi si avrebbero bevendo molto tè, dalle 3 alle 10 tazze al giorno. Attenzione però: anche il tè contiene caffeina e tre tazze di questa bevanda corrispondono a circa una tazzina di caffè.

Fate la scelta giusta
Dal punto di vista etico, la produzione del tè presenta molti problemi: i lavoratori nelle piantagioni sono trattati male e pagati poco e i danni all'ambiente sono significativi, soprattutto per quanto riguarda la perdita della biodiversità e il consumo di grandi quantità di acqua ed energia. Per questo il test sul tè ha preso in esame anche gli aspetti legati alla responsabilità sociale e vi indica quale tè acquistare per contribuire a costruire un mondo migliore.

MARCHE DEL TEST SUI TE'

  1. Tè neri:
    1. Altromercato
    2. Carrefour
    3. Coop
    4. Lester House
    5. Lipton
    6. Sir Wiston Tea
    7. Star tea
    8. Twinings
  2. Tè verdi:
    1. Altromercato
    2. Coop
    3. Lester House
    4. Lipton
    5. Sir Wiston Tea
    6. Star Tea
    7. Twinings



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.