Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Succo d’arancia: diritti spremuti

1 gennaio 2011
Succo d’arancia: diritti spremuti

Attraversa l’oceano, portando con sé un grosso peso, fatto di lavoro irregolare, alberi abbattuti, uso smodato di pesticidi. Il 95% dei succhi d’arancia presenti in Europa è fatto con arance provenienti dal Brasile. Vi chiederete perché non vengono usati gli agrumi nazionali. Per i costi: la manodopera brasiliana si paga di meno - decisamente di meno - rispetto a quella italiana (già comunque soggetta a lavoro in nero e scarsamente tutelata).


OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.