Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Crash test sulle auto

1 ottobre 2008
Crash test sulle auto

Positiva la tendenza degli ultimi anni: i crash test dimostrano che le automobili sono sempre più sicure per i passeggeri adulti.
Bisogna comunque tenere presente che i risultati dei crash test si riferiscono alla sicurezza dei passeggeri di un'auto in caso di scontro con un veicolo della medesima categoria.

Crash test: cosa ne emerge?
Nell'analizzare i crash test si nota che non vengono prese in considerazione le conseguenze in caso di incidente con autovetture di differenti dimensioni (più grandi o più piccole). Sotto questo aspetto i produttori hanno ancora molta strada da fare: le vetture più grandi e pesanti dovrebbero essere concepite in modo tale da essere meno pericolose in caso di urto con auto più piccole e leggere. Nello stesso tempo dovrebbe essere fatto uno sforzo per ridurre il peso di queste grandi vetture e per migliorarne le strutture frontali, sempre nell'ottica dell'ottenimento di risultati più soddisfacenti sotto il profilo della sicurezza.

Bene i piccoli, meno i pedoni
Dai risultati dei crash test risulta che i passeggeri più piccoli posti in seggiolini adatti alle loro dimensioni sono nel complesso adeguatamente tutelati, mentre rimane molto da fare per la sicurezza dei soggetti più vulnerabili in caso di incidente, cioè i pedoni e i ciclisti, anche se ne negli ultimi anni qualche passo in avanti è stato compiuto.

Le marche del crash test

  1. Audi
  2. Bmw
  3. Citroen
  4. Daihatsu
  5. Ford
  6. Honda
  7. Hyudai
  8. Land Rover
  9. Mitsubishi
  10. Renault
  11. Seat
  12. Skoda
  13. Suzuki



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.