Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Meno problemi con l'auto orientale

1 gennaio 2008

Vagliando le opinioni di 15 mila automobilisti europei, risulta che le vetture giapponesi siano quelle che hanno meno bisogno del meccanico.

Qual è l'auto più affidabile
A oltre 15 mila automobilisti europei abbiamo chiesto di dare un giudizio sull'affidabilità della propria vettura. L'inchiesta è stata effettuata tra marzo e aprile 2007 e ha coinvolto cinque Paesi: oltre all'Italia, Francia, Spagna, Portogallo e Belgio.

  • Le macchine oggetto dell'indagine hanno un'età compresa tra i sei mesi e gli otto anni. Abbiamo escluso i modelli per i quali non ci sono giunte un numero di risposte sufficienti per rielaborare statisticamente i dati (almeno 50 risposte per modello); queste auto non compaiono quindi nella classifica che elenca il livello di affidabilità riferito a ciascun modello, mentre sono state considerate per compilare la graduatoria generale che illustra l'affidabilità delle singole marche.
  • Per quanto riguarda la valutazione dell'affidabilità dei singoli modelli, abbiamo tenuto conto solo delle vetture che avevano percorso almeno mille chilometri negli ultimi dodici mesi, assegnando un peso differente a seconda della gravità del guasto. Per fare un esempio: i problemi ai freni o al motore, dato che possono compromettere l'utilizzo della macchina o la sicurezza dei passeggeri, sono stati considerati più importanti delle magagne al sistema di regolazione dei sedili o del malfunzionamento dell'impianto di riscaldamento.

I punti deboli delle vetture
Agli automobilisti abbiamo chiesto di segnalarci quali sono stati i principali problemi manifestati dalle loro vetture nei precedenti dodici mesi.

  • Nel complesso, la parte più fragile delle automobili è quella legata all'impianto elettrico. I ricoveri in officina per poco meno di un terzo sono legati a riparazioni o sostituzioni di fusibili, fari, lampadine, spie di controllo, chiusura centralizzata e via di questo passo. Dopo queste, seguono magagne sempre di origine elettronica, ma che riguardano l'impianto elettrico del motore e l'avviamento (cinghia, motorino di avviamento, dinamo, spinterogeno, batteria, antifurto elettronico…).
  • Durante il periodo di garanzia dell'auto, per le riparazioni la quasi totalità degli automobilisti italiani si rivolge alla propria officina specializzata. Ma anche dopo la fine della garanzia rimangono molti quelli che continuano a portare la vettura da chi è specializzato in quella marca: quasi il 60%. Circa il 30%, invece, si indirizza verso un meccanico indipendente, cioè non legato a una marca particolare.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.