Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Seggiolini auto per bambini: viaggiare protetti

1 giugno 2007

Sono davvero sicuri i seggiolini per auto? E i nostri bambini posso davvero viaggiare in tutta sicurezza? Sulla base del nostro nuovo test, effettuato questa volta con manichini e telai di auto diversi, possiamo dire che lo sono quasi sempre; con le dovute eccezioni.

Quattro gruppi di seggiolini per auto

In totale abbiamo preso in esame 28 tipi di seggiolini per auto, dividendoli in quattro gruppi. Dal test emerge che sono sicuri quasi sempre. Il quasi dipende dai cattivi risultati ottenuti nel gruppo 1/2/3 (quello per bambini da 9 a 36 chilogrammi), dove quattro modelli su cinque sono stati bocciati.

Da qui il nostro consiglio di non comprare i seggiolini di questo gruppo. Meglio usare il più possibile quelli del gruppo 0+ (bambini di peso da 0 a 13 Kg di peso, che hanno fatto segnare i risultati migliori per quanto riguarda la sicurezza) e poi passare a quelli del gruppo 1 (da 9 a 18 Kg).

Oltre ai tre gruppi già citati, ci sono anche quelli del gruppo 2/3 (bambini da 15 a 36 Kg di peso).

Seggiolini facili da usare

Oltre alla sicurezza, abbiamo analizzato anche la facilità d'uso. In generale tutti i seggiolini sono piuttosto semplici da montare: in un certo senso "parlano da soli", cioè è facile capire sia il modo con cui si devono installare, sia il modo con cui si deve far accomodare il bambino. Più che buoni anche i libretti di istruzione, che sono chiari e di facile lettura.

Ovviamente ci sono alcune eccezioni, qualche modello ottiene un punteggio basso per il montaggio, qualcun altro perché si rischia di fare qualche errore nel montaggio, con il rischio di accorgersene solo all'ultimo momento.
Tutti positivi invece i risultati per quanto riguarda la facilità della pulizia del materiale con cui è fabbricato il seggiolino.

Poco Isofix

Un dato invece poco confortante è la diffusione dell'Isofix. Si tratta di un sistema universale di aggancio dei seggiolini all'auto, basato su tre punti di ancoraggio, messo a punto dai produttori di telefonini in accordo con le industrie automobilistiche. Garantisce la massima protezione possibile, ma non è ancora diffuso come invece sarebbe augurabile. Nei modelli testati è presente solo in alcuni casi (nel gruppo 0+ e 1).

Inoltre, il metodo di aggancio spesso prevede una versione semi-universale del sistema, cioè con due punti di ancoraggio e un sistema anti rotazione del seggiolino. Un altro problema è che non tutte le autovetture sono già predisposte per l'installazione. Dal 2011, però, tutte le nuove macchine dovranno essere predisposte per averlo.

Marche testate

   1. Bebecar
   2. Bebeconfort
   3. Britax
   4. Cam
   5. Chicco
   6. Concord
   7. Cybex
   8. Jané
   9. Maxi-Cosi
  10. Nania
  11. Prenatal
  12. Recaro
  13. Römer
  14. Stm

 



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.