Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Rc auto... E liberaci dal malus

1 gennaio 2008

Non tutti gli automobilisti sanno che esiste la possibilità di riscattare l'incidente stradale, evitando così che il premio assicurativo dell'Rc auto aumenti.
Non sempre però conviene: per sapere quando si può risparmiare bisogna applicare una formula complicata o usare il foglio di calcolo presente sul nostro sito. Inserendo pochi dati, è possibile calcolare di quanto aumenta il premio assicurativo per colpa del sinistro e quindi se è conveniente pagare il riscatto. Questo vale però solo per le 42 compagnie assicurative che hanno deciso di collaborare a un nostro programma realizzato con il patrocinio e il contributo finanziario del Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti.

Occhio alle classi di merito
Il meccanismo del bonus malus è semplice: chi non fa incidenti viene premiato e il costo della sua assicurazione diminuisce un po' ogni anno; chi li fa invece deve pagare un premio più alto che ricomincerà a scendere solo dopo qualche anno. Dal punto di vista economico però non sempre è conveniente per l'assicurato accettare di pagare premi maggiorati per un certo periodo di tempo. Al contrario può essere una buona scelta ricorrere al riscatto. In pratica, al momento del rinnovo del contratto l'automobilista rimborsa alla compagnia quanto questa ha pagato per l'incidente, evitando così di peggiorare la propria classe di merito. Anzi, per l'assicurazione è come se il cliente non avesse procurato alcun sinistro e quindi viene inserito in una classe inferiore, risparmiando qualcosa sul premio. L'Isvap, l'istituto che vigila sulle assicurazioni, ha stabilito che questa possibilità esiste anche se alla scadenza della polizza l'assicurato ha deciso di disdirla. Ha infatti il diritto di presentarsi alla nuova assicurazione con un attestato di rischio migliore.

Ecco come fare per riscattare
La procedura da seguire varia a seconda che l'incidente sia stato risarcito attraverso l'indennizzo diretto oppure in modo ordinario.

Nel primo caso, l'assicurato deve rivolgersi alla Stanza di compensazione presso la Consap (Concessionaria servizi assicurativi pubblici Spa, via Yser 14, 00198 Roma) per sapere l'importo pagato per i sinistri. La richiesta potrà essere fatta anche dall'agente assicurativo per conto del cliente. Le informazioni che servono sono:

  • la data del sinistro,
  • la compagnia assicurativa di chi è danneggiato,
  • la targa del veicolo danneggiato,
  • la compagnia assicurativa di chi ha causato il danno.
La Stanza di compensazione comunicherà via raccomandata l'importo da rimborsare e il conto corrente dove fare il bonifico. Una volta che questo sarà stato versato, rilascerà un'attestazione con la quale l'assicurato potrà chiedere che la polizza venga riclassificata.

Nel secondo caso il diritto di riscatto va esercitato direttamente nei confronti della compagnia assicuratrice.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.