Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

L'acqua calda low cost: scaldabagni a gas

1 febbraio 2007

Il modo più economico per scaldare l’acqua in casa? Certamente lo scaldabagno a gas. Ne abbiamo testati 8 modelli per potervi dire quali sono i più sicuri, quelli meno rumorosi e quelli che rispettano di più l’ambiente. Con 200 o 300 euro si può portare a casa uno scaldabagno a gas di buona qualità, ma attenzione alle differenze di prezzo tra un negozio e l’altro: in un caso arrivano persino a 180 euro.

Scaldabagni a gas: questione di camera
Gli scaldabagni a gas sono uno dei mezzi più usati per scaldare l'acqua nelle case italiane, anche perché sono più economici degli scaldabagni elettrici, che vi fanno spendere circa il doppio. In questo test abbiamo messo alla prova quelli che si definiscono "a camera aperta". Significa che prendono l'aria necessaria per la combustione dalla stanza in cui sono installati. I fumi invece vengono scaricati all'esterno attraverso una canna fumaria. Esistono anche scaldabagni a camera stagna, che prendono l'aria all'esterno e scaricano all'esterno, senza alcuna comunicazione con il locale in cui sono installati.
Installazione e manutenzione
Lo scaldabagno in casa non deve farci preoccupare. Ecco alcune regole per non correre rischi sia in fase di installazione, sia per la manutenzione:

  • È consentita l'installazione dello scaldabagno "a camera aperta" (come i modelli del test) in bagno purché si tenga conto della grandezza del locale: il volume del locale non può essere inferiore a 20 metri cubi. Ci deve essere un'apertura di ventilazione come prevista dalla legge (minimo 100 cm2).
  • In cucina lo scaldabagno può essere installato senza dover rispettare una grandezza minima del locale, ma è necessaria l'apertura di ventilazione.
  • La legge vieta di installare in camera da letto lo scaldabagno e altri apparecchi a gas a camera aperta. Quelli a camera stagna sono consentiti, ma noi sconsigliamo comunque di metterli in camera da letto.
  • L'apparecchio deve essere collegato a un condotto per scarico dei fumi, ossia a una canna fumaria.
  • Fate verificare e pulire periodicamente (la prima volta dopo 3 o 4 anni, poi con maggior frequenza) lo scambiatore a serpentina per eliminare i depositi calcarei, che riducono la trasmissione di calore e aumentano i consumi.
  • Fate controllare il buon tiraggio delle canne fumarie da un tecnico specializzato. Se ci sono anomalie di funzionamento e cattivi odori, il controllo deve essere immediato.
  • Rivolgetevi sempre a tecnici specializzati e abilitati.

Prezzi
Gli scaldabagni del test costano fra i 162 e i 380 euro. È sorprendente la differenza di prezzo fra un punto vendita e l'altro: scegliendo il negozio meno caro, si può arrivare a risparmiare per esempio 160 euro sul nostro Miglior Acquisto. Queste differenze dipendono anche dai forti sconti praticati dagli installatori. Quando si tratta di scaldabagni, però, non si deve guardare solo il prezzo d'acquisto: importante è anche valutare il consumo a lungo termine, ad esempio nel corso di un anno.
Marche testate

  1. Ariston
  2. Baxi
  3. Chaffoteaux & Maury
  4. Immergas
  5. Junkers
  6. Riello
  7. Saunier Duval
  8. Vaillant



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.