Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Porte blindate: la difesa lascia a desiderare

1 luglio 2008
Porte blindate: la difesa lascia a desiderare

Porte e finestre di casa ben difese possono fare la differenza in caso di visita dei ladri. Se non volete ricorrere a costosi sistemi di allarme, l’installazione di una porta blindata è fondamentale per scoraggiare anticipatamente l’ingresso di malintenzionati o, quantomeno, ostacolare il più possibile la loro azione, dato che nessuna entrata è di fatto assolutamente inviolabile. Secondo la Direzione della Polizia criminale, nel 2007 i furti nelle abitazioni sono stati poco meno di 164 mila. Una cifra purtroppo rilevante. Anche i dati sulla diffusione delle porte blindate sono però di tutto riguardo: se ne vendono circa un milione ogni anno: poco meno di un terzo viene installato in appartamenti di nuova costruzione, mentre la restante parte è legata a ristrutturazioni edilizie o sostituzione degli infissi. Abbiamo testato cinque porte blindate: i risultati lasciano a desiderare.

Acquistare una porta blindata
Il fatto che la porta blindata sia robusta e dotata di più punti di chiusura non costituisce di per sé motivo perché una porta possa essere definita blindata. I requisiti di questi particolari infissi sono stabiliti da normative europee (ENV 1627-1630): le porte blindate si suddividono in sei differenti classi di appartenenza, dalla Classe 1 alla Classe 6, a seconda del grado di corazzatura: più si sale di classe e maggiore è la blindatura.
Prima di effettuare l'acquisto, al produttore chiedete sempre la certificazione europea e fatevi fare un preventivo che riporti, nero su bianco, il prezzo della porta, quello del montaggio e i costi connessi alla rimozione del vecchio infisso e all’eventuale tinteggiatura della parete oggetto dei lavori. Tenete presente che nel settore delle porte blindate il prezzo di listino ha generalmente poca importanza: non è infatti difficile ottenere sconti anche piuttosto consistenti (fino al 15-20%) soprattutto se si acquista il pacchetto completo, cioè comprensivo della posa in opera. Quest’ultima va da un minimo di 100-150 euro fino a 400-500 euro: la variabilità del costo è legata a fattori geografici (decresce mano a mano che ci si sposta verso Sud) e al piano del palazzo dove devono essere effettuati i lavori. Ricordatevi che nell'ambito di una ristrutturazione del vostro appartamento anche le porte blindate rientrano tra gli infissi per i quali è possibile chiedere la detrazione del 36% in ambito di dichia azione dei redditi.

Porte blindate: le marche del test
  1. Alias
  2. Dierre
  3. Gardesa
  4. Oikos
  5. Torterolo & Re



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.