Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Posta elettronica certificata

1 luglio 2008
Posta elettronica certificata

La pec, posta elettronica certificata, è il sistema che consente di provare l'invio e la consegna dei messaggi di posta elettronica.
In pratica, è come spedire via email una lettera raccomandata. Ma il sistema è ancora poco diffuso. Ed è molto difficile ottenere informazioni dai gestori. Ancora troppo indietro la pubblica amministrazione.

Gestori di posta particolari
Esistono apposite società che forniscono questo tipo di servizio: l'utente che desidera utilizzarlo deve aprire un indirizzo di posta tramite uno di quei gestori, che potrà utilizzare come indirizzo email personale (anche se è preferibile non occuparlo con posta ordinaria, come consigliano anche alcuni gestori, che offrono la possibilità di limitare la comunicazione a soli indirizzi certificati). Ma attenzione: per poter utilizzare il servizio "in più" offerto, quello delle certificazione, è però necessario che anche il destinatario abbia un indirizzo di quel tipo. Situazione tutt'altro che diffusa, al momento. Più probabile (almeno in teoria) che possa venir buono nei confronti della pubblica amministrazione, ambito in cui la pec dovrebbe consentire una semplificazione e un risparmio di tempo e denaro non da poco.

Scarse informazioni
Attraverso i siti dei diversi gestori dovrebbe essere possibile confrontare le caratteristiche del servizio (che devono essere pubblicate) e i prezzi, scegliendo poi in funzione delle proprie esigenze. In realtà abbiamo verificato che non tutti i siti pubblicano i prezzi: in alcuni casi viene infatti indicato soltanto un numero di telefono e un indirizzo email da contattare per avere informazioni più precise sulla pec (ma non sempre siamo poi riusciti a parlare con qualcuno); in altri casi non viene data nemmeno questo possibilità.

I ritardi della pubblica amministrazione
Negli ultimi anni alcune direttive governative hanno indicato la pec come strumento di primaria importanza per le pubbliche amministrazioni. Il servizio dovrebbe consentire al cittadino di sostituire la classica raccomandata nei casi in cui deve comunicare con qualche ufficio pubblico. Ma le cose stanno esattamente così? Non proprio, per il momento. Abbiamo contattato tutti i Comuni capoluogo di provincia per sapere se i loro uffici utilizzano la posta elettronica certificata. Ebbene, soltanto tre Comuni ci hanno risposto per dirci che la pec è attualmente utilizzata.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.