Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

iPhone: bello e dannato

1 settembre 2008
iPhone: bello e dannato

Il tanto atteso prodotto Apple, tecnicamente valido sotto molti aspetti, ha i suoui bei difetti. Per esempio non rsiste all'acqua. Se vi interessa per navigare, attenzione: i costi rischiano di essere elevati, i gestori complcano le cose.

Sono rari gli oggetti tecnologici che destano un’ampia eco di interesse al di fuori della cerchia dei tecnofili. L’iPhone è certamente uno di questi: se ne parlava già dal gennaio 2007, quando ancora non era stato neanche realizzato, e da allora è stato un crescendo di aspettative, culminate per noi italiani nella sua immissione sul mercato lo scorso luglio.

Se ne parla per l’alone di fascino che molti prodotti di Apple sanno destare e per la sua promessa più ardita: quella di portare finalmente internet lontano dai computer e fuori dalle case. iPhone non è l’unico apparecchio in grado di farlo, ma è certo quello che promette di farlo in maniera più semplice e gradevole. Purtroppo, come spieghiamo nel riquadro alla pagina a fianco, è una promessa non mantenuta, anche per via dei quattro gestori nostrani di telefonia mobile, che trasformano questo sogno di libertà in un intricatissimo reticolato di costrizioni e complicazioni. Il tutto condito dal rischio incombente di incappare in spese esorbitanti.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.