Il mondo Altroconsumo:
Consigli

Salvare dati: meglio sul cd o sul dvd?

1 marzo 2009

Se i dati che si vogliono salvare stanno comodamente su un cd (meno di 700 MB) non è necessario usare un dvd. Discorso valido per qualunque tipo di file, foto, musica, video o testi che siano. La scelta fra un tipo di supporto e l'altro è dunque legata ad altre considerazioni: convenienza, praticità, costo… Di tutto questo abbiamo parlato in modo dettagliato sull'ultimo numero di Hi Test (HT n. 11, gennaio 2009).
Ormai la maggioranza dei computer legge indistintamente sia cd sia dvd. Per salvare i vostri dati, oltre ai dischi, potreste prendere in considerazione anche un hard disk esterno: se effettuate spesso operazioni di scrittura e lettura è l'opzione più comoda. Ricordate: è molto più semplice cercare i propri file tra 100 GB di dati salvati su un unico supporto, piuttosto che suddivisi in 25 dvd.
Per quanto riguarda la multisessione, la modalità che consente di fare più registrazioni in tempi diversi, finché la memoria del supporto non è del tutto piena, entrambi i formati sono in grado di riceverla. Ma attenzione: possono esserci alcuni problemi con i dvd multisessione, a seconda del sistema operativo del vostro computer e del lettore che poi dovrà leggerli. Per esempio i sistemi operativi Windows 95 e Windows 98 non li leggevano, così come non erano in grado di riprodurli alcuni vecchi lettori da tavolo; per masterizzare dvd con Windows 2000 e XP occorre utilizzare un software apposito. Solo il sistema operativo Vista ha introdotto la possibilità di masterizzare dvd in modalità multisessione senza bisogno di altro.



Prova ora: 2 euro 2 mesi