Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Codice digitale, cosa si può fare in rete

1 luglio 2007

Le nuove tecnologie hanno rivoluzionato il modo di scambiare informazioni e di diffondere la cultura. La rete rappresenta un mercato nuovo, che ha in sé enormi potenzialità, visto che offre di mettere in contatto diretto autori e utenti di tutto il mondo. Già: ma quali regole applicare a un mercato diverso da quello

illustration

Quali diritti per l'utente?
 
Audio e video
Chi ha un Cd o un Dvd può farne un uso privato, compresa la possibilità di fare copie per sé. Proprio per compensare gli autori del conseguente mancato guadagno, è stato creato il cosiddetto "equo compenso", sovrapprezzo applicato a Cd e Dvd vergini. Un Cd musicale può essere anche tramutato in Mp3 per essere ascoltato sul proprio computer o lettore. Le copie non possono essere vendute, regalate o condivise con altri.
Per quanto riguarda musica e filmati acquistati da siti a pagamento, l'uso che l'utente può farne è determinato dal tipo di licenza.
    * Se il contenuto può essere acquisito in download (scaricato sul proprio Pc), la licenza può in alcuni casi prevedere l'acquisto a tempo indeterminato oppure limitato: nel tempo (per esempio tre giorni) o per utilizzo (massimo tre ascolti). Quanto al caso dell'incerta legalità di alcuni siti (come AllofMp3 e Mp3searc) qualcuno paventa la possibilità che anche gli utenti possano essere accusati di attività illecita: sarebbe opportuno un intervento del legislatore che eviti condanne a soggetti spesso ignari di infrangere la legge.
    * I file in streaming (o webcasting) sono accessibili direttamente online senza dover essere scaricati: in questi casi la copia non si può fare.
 
Software

Anche i programmi sono protetti dal diritto d'autore e, a parte quelli liberi, hanno restrizioni di utilizzo, modifica, riproduzione e redistribuzione. La legge riconosce però alcuni diritti all'utente: per esempio quello di farsi una copia di riserva da usare se si danneggia l'originale. Oppure la possibilità di modificare o adattare il programma se è necessario per il normale utilizzo (o per rendderlo compatibile con altri programmi). Ma questa libertà può essere impedita per contratto. L'utente può studiare e provare il programma durante la fase di caricamento, visualizzazione ed esecuzione, ma gli elementi del software non direttamente accessibili devono rimanere segreti.

Autori: come proteggersi?
 
Il diritto d'autore nasce con la creazione dell'opera. Ma come dimostrare di essere gli autori, da cui deriva il diritto a utilizzare l'opera e vietare ad altri di farlo (o di riceverne compenso)?
La via principale è depositare l'opera alla Siae (Società italiana autori ed editori), che si occupa anche di riscuotere i diritti per conto dell'autore. Per depositare canzoni, è necessario iscriversi alla Siae superando un esame; altre opere (per esempio letterarie) possono essere registrate dopo essersi associati e aver pagato un contributo annuo (circa 220 euro).
Esistono poi altri modi per dimostrare (per esempio nel caso si ricorra in giudizio) di essere autori di un'opera:
    * depositarla da un notaio;
    * inviare al proprio indirizzo un plico raccomandato (il timbro postale prova la data certa);
    * renderla pubblica, con firma, su un mezzo di comunicazione;
    * registrarla al Writers Guild of America (20 dollari, da rinnovare ogni 5 anni);
    * registrarla alla Sresa, Società raccolta e salvaguardia (costa circa 50 euro annui di canone + 7 euro a deposito);
    * utilizzare Copyzero o il servizio gratuito Copyzero online: consiste nel convertire l'opera in formato digitale, apporre la firma digitale e la "marca temporale", che certifica la data).
 



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.