Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Mini notebook

1 gennaio 2008
Mini notebook

I mini notebook sono modelli davvero portatili: lo schermo non supera i 12" e il peso i 2 chili. La possibilità di portarseli ovunque va un po' a scapito della comodità. E il prezzo è inversamente proporzionale alle dimensioni.

Computer da lavoro Tutti i notebook che abbiamo testato sono forniti con il sistema operativo Windows Vista Business, e in alcuni casi all'utente non è data la possibilità di scegliere (si può effettuare l'upgrade alla versione Ultimate, ma solo dopo l'acquisto). In quanto a prestazioni, nei compiti da ufficio i modelli del test se la cavano senza infamia e senza lode, ma se pensate anche di usarli con i videogiochi di ultimo grido, è meglio che puntiate su altre macchine: i processori grafici non sono un granché (Intel Mobile 945GM o 965) e usano solo memoria condivisa. Altre dotazioni Un altro accessorio "da businessman" che compare in quattro modelli è il lettore di impronte digitali. Teoricamente la sua presenza dovrebbe garantire una maggior sicurezza sull'inviolabilità dei propri dati personali, ma in realtà è integrato in maniera così scarsa da risultare di fatto inutile. Molto più utili le dotazioni di connettività: quasi tutti i modelli offrono connessioni di rete giga-ethernet (via cavo) e wi-fi-n (il nuovo standard per le connessioni senza filo), tutti hanno il Bluetooth e Fujitsu Siemens e HP hanno anche la possibilità, in opzione, di usare un modem 3G (che si appoggia sulle reti cellulari). Per quanto riguarda la memoria, nessuna delle macchine provate ha ancora la memoria solida (cioè con la flash al posto dell'hard disk). Tutte offrono un lettore di schede di memoria SD e un hard disk piuttosto capiente: come minimo 74 GB, e ci riferiamo alla memoria realmente utilizzabile, vale a dire esclusa quella riservata al backup. La misura "lorda" standard è infatti 80 GB. Il masterizzatore di Cd/Dvd, invece, in tre casi su sei è la vittima sacrificata sull'altare della riduzione delle dimensioni. Ovviamente è sempre possibile collegarne uno esterno. Scegliendo con attenzione, però: se lo acquistate di marca preparatevi al salasso, meglio un masterizzatore generico, che fa lo stesso lavoro e costa in genere molto meno. Nelle schede che trovate qui sopra vi presentiamo uno per uno i sei mini notebook che abbiamo testato: per ognuno trovate, oltre alla descrizione e al nostro giudizio complessivo, una definizione che ne sintetizza la caratteristica principale. Le marche del test Acer Dell Fujitsu-Siemens Hp Sony Toshiba



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.