News

Cellulare a basso prezzo? Le offerte inafferrabili di prezzofelice.it

31 maggio 2013
Cellulare a basso prezzo? Le offerte inafferrabili di prezzofelice.it

Prestigiosi smartphone offerti col 50% di sconto sul sito prezzofelice.it, ma dopo pochi secondi è disponibile soltanto un modello inferiore, a un prezzo neanche tanto vantaggioso. Dopo le segnalazioni dei nostri soci, abbiamo denunciato la questione all'Antitrust perchè faccia chiarezza.

L'hanno segnalato i nostri soci: sul sito “Prezzofelice.it” sono offerti smartphone prestigiosi (iPhone 5 nero, Samsung Galaxy S4 bianco, Samsung Galaxy SIII bianco, Samsung Galaxy SIII blu) a metà prezzo. Solo che le disponibilità – viene precisato – sono limitatissime. Tanto limitate che alla fine sembrano piuttosto inesistenti.

Se devi acquistare uno smartphone e vuoi sapere dove acquistarlo al prezzo migliore (oltre a conoscere caratteristiche e prestazioni di ciascun modello) consulta il nostro test sui cellulari.

Come funziona l'offerta

Alla mezzanotte di ogni giorno si apre l’offerta, con la possibilità di acquistare tutti i telefoni disponibili: ma gli utenti lamentano che, dopo qualche secondo, sia gli iPhone 5 che il Samsung Galaxy S4 risultano esauriti e rimane solo la possibilità di acquistare il Samsung Galaxy SIII bianco o blu, oltretutto a un prezzo che non è poi neanche tanto vantaggioso.

La nostra denuncia

Si tratta, a nostro avviso, di una pratica commerciale scorretta ai sensi del Codice del Consumo (art. 23, comma 1, lettera e), che definisce ingannevole invitare all’acquisto di prodotti a un determinato prezzo senza la ragionevole certezza di poterli fornire entro un periodo e in quantità ragionevoli. Inoltre abbiamo notato carenze sulle informazioni: per l’iPhone 5 non viene indicata la capacità di memoria, inoltre manca l’indicazione del prezzo originario, benché si affermi che si pratica il 50% di sconto. Per questo abbiamo già denunciato questa promozione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, perché la faccia interrompere e sanzioni la società che l’ha praticata. Nel frattempo, non cascarci.



Prova ora: 2 euro 2 mesi