Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Videoproiettori: poca qualità alla luce del sole

1 maggio 2007

Portare il grande schermo a casa si può, ma a caro prezzo. Se ben posizionati e al buio, con questi apparecchi la visione è buona. Ma con la stanza illuminata, meglio la tv.

Videoproiettori vs tv

I videoproiettori si distinguono in base alla tecnologia (LCD, a cristalli liquidi; DLP, a microspecchi; CRT, a tubo catodico), per il tipo di uso (per presentazioni, come home cinema), per la risoluzione (il numero di pixel che formano l'immagine).

Diversamente dai televisori, i videoproiettori non sono dotati né di casse né di sintonizzatore: per proiettare le immagini devono essere collegati a una fonte (videoregistratore, lettore Dvd, computer, console di giochi e così via). Il vantaggio che hanno però rispetto alla tv è che le immagini vengono proiettate su uno schermo di dimensioni molto superiori. Lo svantaggio principale è che solo oscurando la stanza, la qualità dell'immagine è buona. Questa è la condizione per poter godere al meglio la proiezione ed è anche la ragione per cui non è pensabile che i videoproiettori possano facilmente sostituire il televisore di casa.

Installazione e stratagemmi

    * Per riuscire a ottenere un'immagine della dimensione desiderata, il proiettore deve essere posizionato alla giusta distanza dallo schermo. Non sempre però è possibile e i produttori hanno previsto alcuni stratagemmi per regolare la larghezza dell'immagine e della forma. Uno di questi accorgimenti è lo zoom, che ha proprio questa funzione e non manca in nessun modello. Fate attenzione: l'utilizzo dello zoom comporta una diminuzione automatica della luminosità. Se è possibile, è meglio non usarlo: in alternativa, posizionate il proiettore più vicino allo schermo.
    * Il proiettore deve essere installato perfettamente perpendicolare allo schermo: quando non è possibile, l'immagine risulta deformata, non rettangolare, ma trapezoidale. Per rimediare all'inconveniente esistono particolari regolazioni digitali dell'immagine (chiamate correzioni keystone). Esiste un altro modo per ottenere lo spesso risultato, senza però peggiorare la qualità della visione: alcuni modelli permettono di spostare fisicamente la lente e regolare manualmente la posizione dell'immagine.

Rumore, risparmio energetico e ricambi

    * In passato uno svantaggio legato all'uso del videoproiettore era la rumorosità del ventilatore, impiegato per raffreddare la lampada. Oggi esistono alcuni modelli piuttosto silenziosi.
    * Se utilizzate la modalità di funzionamento economica (spesso indicata come Eco mode) il videoproiettore diminuirà il livello di luminosità a favore di un maggiore risparmio energetico: il ventilatore sarà meno rumoroso e la lampada avrà una maggiore durata. Non sottovalutiamo questa cautela: una lampada (la cui durata di vita media secondo i produttori è di circa 3.000 ore) ha un costo molto alto, che parte da un minimo di 200 euro. Lo svantaggio più evidente dell'Eco mode è che si riduce notevolmente la luminosità.
    * Cambiare la lampada non è difficile, ma vi assicuriamo comunque che sarà molto pesante, soprattutto per il portafoglio. Tra l'altro per tutti modelli è necessario usare solo la lampada specifica e quindi non si possono scegliere alternative più economiche.
    * Un consiglio: prima di acquistare un modello Dlp, provatelo per capire se la visione vi crea problemi. Guardando lo schermo, muovete la testa da destra a sinistra e viceversa: le persone con vista particolarmente sensibile potrebbero avvertire una fastidiosa sensazione, dovuta all'effetto arcobaleno. Si tratta di un fenomeno causato dalla tecnologia impiegata nei sistemi Dlp.

Marche testate

   1. BENQ
   2. EPSON
   3. HITACHI
   4. INFOCUS
   5. LG
   6. MITSUBISHI
   7. PANASONIC
   8. SANYO
   9. SONY

 



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.