Il mondo Altroconsumo:
News

Mediaset Premium: chiedi il rimborso per rincari dei pacchetti cinema

9 settembre 2010
Mediaset Premium: chiedi il rimborso per rincari dei pacchetti cinema

L'Antitrust ha deliberato una multa di 130 mila euro per pratica commerciale scorretta relativa agli aumenti legati ai canali cinema di Mediaset premium. Ecco come chiedere il rimborso.

Abbiamo ricevuto

adesioni

Non convincono per nulla le motivazioni di Mediaset per aver fatto pagare a parte le partite dei preliminari di Europa League di Napoli e Palermo. Tant'è che l'Antitrust ha aperto un fascicolo. Antitrust che ha anche deliberato una multa di 130 mila euro per pratica commerciale scorretta relativa agli aumenti legati ai canali cinema. Ecco come chiedere il rimborso.
Firma la petizione perché certe pratiche non si ripetano.

Partite pagate a parte
Ricordate il caso delle partite dei preliminari di Europa League, che i tifosi di Napoli e Palermo hanno dovuto pagare a parte anche se avevano sottoscritto il pacchetto calcio di Mediaset premium? RTI (Reti Televisive Italiane) risponde ora alla nostra diffida e afferma che i diritti della fase preliminare di Europa League hanno una gestione diversa e sono in capo direttamente alle squadre e non all'Uefa; e che Napoli e Palermo hanno chiesto a Mediaset di gestirli in pay per view. Poco importa, a nostro avviso, perché Mediaset, nei confronti degli utenti, ha pubblicizzato una cosa che poi non ha fornito in quel pacchetto. Salvo poi, in seguito alla nostra diffida e alle proteste dei consumatori, modificato la pagina ondine che pubblicizza il pacchetto Calcio, scrivendo "tutta la fase a gironi dell'Europa League" e non più "tutta l'Europa League" come era in precedenza.
Non è un caso che l'Antitrust abbia aperto un fascicolo. Auspichiamo una condanna per pratica commerciale scorretta in tempi brevi: secondo la legge è ingannevole invitare i consumatori all'acquisto di prodotti e servizi pur sapendo di non essere nella possibilità di farlo (non avendone acquisito i diritti, come in questo caso).

I rincari dei pacchetti cinema
La stessa Authority, qualche giorno fa, ha stabilito una sanzione di 130 mila euro relativa ai rincari dei pacchetti Cinema, applicati ai sottoscrittori in base al meccanismo del silenzio-assenso.
Quello che sembrava un messaggio pubblicitario, con lo scopo di promuovere due nuovi canali Mediaset premium Cinema (chiamati Emotion ed Energy), erano in realtà comunicazioni di aumenti tariffari di 2 euro al mese, che sarebbero scattati a partire dal 31 gennaio 2010 in mancanza di esplicito dissenso da parte dell'abbonato. In pratica il sottoscrittore doveva attivarsi (con una raccomandata o una telefonata) per evitare di dover pagare un servizio non richiesto.

Chiedi il rimborso
Se sei fra le persone che si sono viste addebitate gli aumenti in questione, utilizza i modelli di lettera che trovi qui sotto per chiedere il rimborso. Abbiamo predisposto due lettere diversa, una per gli abbonati al pacchetto "Gallery" e una per "Gallery light".

Firma la petizione
L'Autorità ha fatto dunque correttamente il suo lavoro, ma c'è da chiedersi quale efficacia possano avere sanzioni di questo tipo, stabilite a nove mesi di distanza dal fatto (certo sarebbe stato meglio sospendere subito la diffusione del messaggio) e per un importo che non appare particolarmente gravoso, considerato il vasto numero di utenti coinvolti. Non è la prima volta che Mediaset ricorre a pratiche di questo tipo, tant'è che è gia stata sanzionata dall'Antitrust. Oltre, naturalmente, al caso Europa League. Firma anche tu la petizione per chiedere che uno dei principali operatori sul mercato televisivo torni a comportarsi in maniera corretta nei confronti degli utenti, come è lecito aspettarsi da un'azienda di questo tipo.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.