Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Automedicazione: come utilizzare senza rischi i farmaci da banco

1 aprile 2008
Automedicazione: come utilizzare senza rischi i farmaci da banco

Farmaci di automedicazione, da banco, senza obbligo di prescrizione: sono diversi i modi in cui vengono chiamati i medicinali che il cittadino può acquistare senza bisogno di ricetta medica e senza parere medico, e che può quindi utilizzare per l'automedicazione.
Questi farmaci contengono principi attivi, e relativi dosaggi, ben noti da un punto di vista terapeutico, la cui efficacia e il profilo di sicurezza risultano comprovati da tempo.

Due gruppi di farmaci
Dal punto di vista normativo, questi farmaci - contrassegnati sulla confezione da uno specifico "bollino di riconoscimento" e acquistabili senza la presentazione della ricetta medica - vengono distinti in due gruppi:

  • Farmaci Sop (senza obbligo di prescrizione). Sono "da consiglio", in quanto il farmacista può suggerirne l'uso per la cura di sintomi passeggeri e patologie minori. Non possono essere oggetto di pubblicità.
  • Farmaci Otc (dall'inglese "Over the Counter", sopra il banco). Sono "da banco", gli unici per i quali sono consentite l'esposizione diretta al pubblico in farmacia e la pubblicità, controllata dal ministero della Salute.
Per esempio, Tachipirina e i suoi equivalenti a base di paracetamolo sono Sop, mentre l'Aspirina e i suoi equivalenti a base di acetilsalicilico sono Otc. Questi tre prodotti li compriamo liberamente in farmacia, senza bisogno di ricetta, ma dell'Aspirina possiamo vedere le pubblicità in televisione o sui giornali, mentre ciò non accade per Tachipirina.
Entrambi i gruppi rientrano tra i medicinali di Fascia C, quelli che non sono rimborsati dal Servizio sanitario nazionale.

Per quali disturbi?
Per "automedicazione" si intende l'assunzione di un farmaco per un disturbo o un sintomo senza aver consultato un medico né per una diagnosi né per la prescrizione. I farmaci di automedicazione trattano disturbi e sintomi semplici, riconoscibili per comune esperienza, non gravi e risolvibili in breve tempo. Ricorriamo quindi a questi farmaci "sintomatici" solo per una migliore qualità di vita: nessuno di questi medicinali di automedicazione è infatti in grado di curare il disturbo, ma solo di alleviarne i sintomi: per esempio l'antipiretico toglie la febbre, ma non la causa della febbre.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.