Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Malattie autoimmuni, che fare?

1 dicembre 2008
Malattie autoimmuni, che fare?

Un brutto scherzo che la perfetta macchina del corpo fa a se stessa. È quello che succede quando insorge una malattia autoimmune, una sorta di tilt del sistema immunitario, che diventa così incapace di riconoscere i veri nemici (virus e batteri) dagli alleati più fedeli: i propri organi.

Un tilt immunitario
Insomma, è come se il sistema immunitario dimenticasse la sua missione, difendere l'organismo, per cadere in un errore di valutazione, che lo spinge paradossalmente a difendersi dal proprio corpo. Il nostro sistema immunitario si sviluppa con la crescita e nel tempo impara a riconoscere i propri tessuti. Può però succedere che si verifichi un annebbiamento temporaneo del sistema di difesa, per cui l'organismo può avere un comportamento simile al caso di rigetto degli organi trapiantati: si attiva per aggredirli, in quanto li percepisce come nemici.

Questo errore produce un'aggressione che può essere violenta contro tessuti, articolazioni, vasi sanguigni, muscoli e organi; la reazione non si corregge da sola. Anzi, prima si interviene, principalmente con i farmaci, e meglio si previene l'infiammazione cronica dei tessuti e le conseguenze spesso invalidanti che ne derivano.

Non solo farmaci
Per combattere l'artrite reumatoide, il lupus eritematoso, la sclerosi multipla e più in generale tutte le altre malattie autoimmuni, esistono soluzioni non farmacologiche utili nella cura dei sintomi. Sono terapie alternative che si affiancano al trattamento tradizionale, ma non sostituiscono in alcun modo i farmaci. Per esempio le fisioterapie, l'agopuntura e l'uso del caldo e del freddo possono rivelarsi efficaci nel combattere il dolore e l'infiammazione; fare ogni giorno del moto favorisce la ripresa dell'organismo; dimagrire e riposare in modo adeguato.

L'integrazione di approcci diversi è possibile, ma va sempre discussa con il medico curante. State alla larga invece dalle suggestioni di provenienza incerta, eviterete problemi e rischi. Più una malattia è complessa, infatti, più espone il fianco al mercato dei ciarlatani.

Ne è prova il fatto che anche i siti specifici per le patologie autoimmuni propongono rimedi di non provata efficacia, per esempio il ricorso agli integratori.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.