Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Dolore al petto

1 aprile 2008
Dolore al petto

Se c'è un sintomo da non trascurare questo è sicuramente il dolore al petto: può essere la spia di problemi molto gravi, che possono anche costarvi la vita.
Non per niente è uno dei motivi per i quali più frequentemente ci si rivolge al Pronto soccorso. A causarlo possono essere condizioni lievi (un attacco d'asma o un'indigestione ad esempio) oppure più problematiche, come l'embolia polmonare e l'infarto. In particolare, se il dolore è acuto e improvviso, dura per più di qualche minuto ed è accompagnato da un senso di oppressione, la cosa migliore è andare subito al Pronto soccorso.

Diagnosi: tutti gli esami
Diagnosticare qual è la causa del dolore al petto che state provando è un compito arduo, non tanto per la difficoltà dell'operazione, quanto piuttosto perché gli esami ai quali vi dovete sottoporre sono numerosi. Si può partire con l'elettrocardiogramma, che permette di individuare o escludere la presenza di un infarto acuto, per passare agli esami del sangue (alcuni enzimi del sangue infatti sono presenti solo in caso di infarto). Ancora, sono utili radiografie al torace, ecocardiogrammi, elettrocardiogrammi sotto sforzo, scintigrafie cardiache, coronarografie, Tac a spirale, risonanze magnetiche e gastroscopie.

Una proposta per l'Italia
Negli Stati Uniti molti ospedali sono dotati di un'unità particolare (Chest pain Unit), che è un'articolazione del Pronto soccorso specificatamente dedicata all'esame delle persone che si presentano con questi sintomi di dolore al petto. L'unità è attrezzata per riconoscere rapidamente e con certezza le persone che devono essere ricoverate perché il dolore al petto è la spia di qualcosa di grave. In Italia ne abbiamo poche: magari ne servirebbero di più.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.