Il mondo Altroconsumo:
News

Mutui: la banca continua a imporre la sua polizza

28 gennaio 2013
Mutui: la banca continua a imporre la sua polizza

Quando chiediamo un mutuo, spesso la banca ci obbliga ad aprire il conto corrente e ci impone di acquistare una polizza casa o vita di cui è beneficiaria la banca stessa. La nostra inchiesta, effettuata in 166 agenzie bancarie di 11 città, svela che questi comportamenti scorretti sono ancora molto diffusi.

Sono due pratiche scorrette: la legge, infatti, vieta alle banche di vendere, in abbinamento al mutuo, polizze assicurative di cui sono beneficiarie, così come vieta loro di obbligare il cliente in cerca di un mutuo ad aprire un conto corrente nella banca stessa. La nostra inchiesta, effettuata in 166 agenzie bancarie di 11 città (Napoli, Bergamo, Genova, Milano, Bari, Roma, Firenze, Brescia, Verona, Bologna e Torino), svela che questi comportamenti, seppure scorretti, sono ancora molto diffusi.
Per prima cosa, quando devi scegliere un mutuo, confronta le condizioni per trovare la banca più conveniente e calcola il Taeg.

Devi comprare la polizza della banca?
Quando si chiede un mutuo, fare una polizza vita o incendio è richiesto: è una garan­zia per la banca che concede il prestito, ma anche per i nostri familiari. Se un giorno non si dovesse essere più in grado di assolvere al proprio debito, per ma­lattia o morte, ci pensa l’assicurazione. Le banche, però, non possono vendere, in abbinamento al mutuo, poliz­ze di cui sono beneficiarie. Invece, la nostra inchiesta ha evidenziato che in quasi il 59% dei casi gli istituti di credito rifilano al cliente, illegalmente, una propria polizza incendio. Per quanto riguarda le polizze vita, invece, il regolamento non viene rispettato nel 23% dei casi.

È necessario aprire il conto corrente in banca?
Molti istituti di credito chiedono, come condizio­ne necessaria per accedere al credito, l’aper­tura di un conto corrente presso la banca stessa. La situazione non è certo delle migliori: il 78% delle agenzie che abbiamo visitato nella nostra inchiesta chiede obbligatoriamente l’apertura di un conto corrente, anche se non c’è alcuna norma che lo prevede. Anzi, c’è un articolo del Codice del consumo che prevede sanzioni per chi lo pretende. Le rate, infatti, si possono pagare attraverso il proprio con­to, qualsiasi esso sia.

Segnala i comportamenti scorretti
Cosa fare se la banca non rispetta le norme su polizze e mutui o se ci costringe ad aprire un conto corrente per avere il finanziamento? Segnalalo sempre: più denunce arrivano e più si eviterà che le agenzie continuino a fare i loro interessi danneggiandoci.
Ecco a chi fare denuncia in caso di comportamenti scorretti:

  • Ivass, ex Isvap, (che vigila sulle assicurazioni): numero verde 800 486 661 (da lunedì a venerdì 9 -13.30).
  • Antitrust (Autorità garante della concorrenza e del mercato): numero verde 800 166 661 (da lunedì a venerdì 10 -14), oppure sul sito www.agcm.it, nella sezione “Segnala online all’Antitrust”.



Prova ora: 2 euro 2 mesi