Il mondo Altroconsumo:
Articoli riviste

Sci da discesa e caschi

1 dicembre 2008
Sci da discesa e caschi

I carving sono gli sci sciancrati con le punte e le code più gonfie del corpo, quelli che la fanno da padrone su tutte le piste e in tutti i negozi.
I modelli che abbiamo testato sono stati divisi in due grandi categorie, uomo e donna: nel secondo caso ci troviamo di fronte a sci più corti e più leggeri, con attacchi montati leggermente più avanti. Sono caratteristiche, soprattutto l'ultima, che consentono alle sciatrici di curvare con maggiore facilità.

Sci: soluzione noleggio
Un consiglio per non buttare soldi al vento: chi in una stagione sciistica non intende passare più di qualche week end sulla neve non ha bisogno di comprare un paio di sci. Il noleggio può essere una soluzione adeguata, poco costosa e che dà anche la possibilità di provare modelli diversi.

Chi invece vuole avere un paio tutto per sé, non si dimentichi la manutenzione: la frequenza dipende da quanto tempo si passa sulla neve, ma è comunque buona regola prima dell'inizio della stagione passare in laboratorio per far affilare le lamine, far fare una bella sciolinatura e riparare qualche piccolo danno.

Sicuri con il casco da sci
Qualche consiglio su come scegliere i caschi da sci.

  • Controllate che abbiano il marchio EN 1077 e la sigla CE: questo significa che sono realizzati sulla base di caratteristiche tecniche fissate per legge.
  • Verificate la facilità di regolazione delle cinghie attorno al mento e alle orecchie, che dovrebbe essere effettuata senza grande fatica, anche usando i guanti da sci.
  • Sono molto utili le bande dotate di manopola di regolazione rapida che permettono di stringere o allargare il casco sulla testa. Ricordatevi però che servono solo per gli adattamenti più fini: il casco deve essere già della misura giusta.
  • Importante è anche l'aerazione: di solito ci sono delle aperture regolabili e viene fornito un particolare tessuto da inserire nel casco per chiuderle completamente in caso di maltempo.
  • Occhio ai meccanismi di fissaggio degli occhiali sul retro del casco. Di solito si tratta di una staffa in plastica o di una banda flessibile. I problemi possono sorgere solo nel primo caso, soprattutto quando si cerca di infilare la fascia in gomma degli occhiali nella staffa: con la banda invece tutto fila liscio. In ogni caso, quando acquistate un casco non dimenticatevi di portare con voi gli occhiali da sci e di fare una prova.
  • Gli sci da discesa del nostro test

    1. Atomic
    2. Blizzard
    3. Dynastar
    4. Fischer
    5. Head
    6. K2
    7. Kneissi
    8. Nordica
    9. Rossignoli
    10. Salomon
    11. Stockli
    12. Volkl

    I caschi da sci del nostro test

    1. Alpina
    2. Atomic
    3. Carrera.
    4. Cebe
    5. Giro
    6. Head
    7. K2
    8. Marker
    9. Salomon
    10. Scott
    11. Uvex



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.