Il mondo Altroconsumo:
News

Qualita della vita Trento al top Palermo fanalino di coda

6 luglio 2012
Qualita della vita Trento al top Palermo fanalino di coda

Italia spaccata in due: le città del Sud sempre più lontane da quelle del Nord. Sono Trento e Bolzano le città più vivibili d’Italia. Milano batte Roma. In coda alla classifica Napoli e Palermo. Le opinioni dei residenti.

A conquistare la vetta è ancor una volta la provincia autonoma di Trento, seguita a ruota da quella di Bolzano.  Sono le città del Settentrione quelle in cui la qualità della vita raggiunge livelli nel complesso più che accettabili, mentre  le città del Mezzogiorno non riescono a stare al passo.  Negli ultimi cinque anni, il peggioramento della vivibilità, che è stato comunque generale, ha perfino allargato le distanze Nord-Sud.  Nel complesso si vive meglio nelle città di provincia che nei grandi centri. Torino è l’unica città con più di 500 mila abitanti  a entrare nella top ten. Milano non brilla, ma supera Roma. È in estrema sintesi quanto è emerso dalla nostra indagine sulla qualità della vita nelle città italiane.  Per realizzarla abbiamo interrogato con un questionario un campione della popolazione (in totale 5.865 persone), nei primi mesi del 2012.

prev next

La misura della soddisfazione
Undici gli indicatori utilizzati per costruire l’indice della qualità della vita nelle città: servizi per la salute, lavoro e affari, ordine pubblico, mobilità e trasporti, pubblica amministrazione, casa, istruzione, cultura e sport, paesaggio urbano, shopping e servizi. Nella determinazione dell’indice abbiamo tenuto conto dell’ordine di importanza assegnato loro dai cittadini. Il fattore lavoro, che cinque anni fa, seppur considerato importante nel determinare la qualità della vita, non era tanto prioritario quanto quello della sicurezza, oggi è in cima alle preoccupazioni degli italiani, Una vera emergenza, a giudicare dai punteggi che i residenti danno alla voce “mercato del lavoro”, che superano (di poco) la sufficienza solo a Trento e a Bolzano.

Voto mediocre alla vivibilità
Mettendo insieme i risultati degli undici parametri considerati come si vive mediamente nelle città italiane? Siamo messi maluccio: la «felicità interna lorda», come qualcuno chiama scherzosamente l’indice della qualità della vita, si attesta in media su un deludente 51 su 100. In soldoni, le nostre città non brillano certo per vivibilità: la percezione dei residenti le inchioda a un voto mediocre. Se confrontiamo questo dato con quello di cinque anni fa, la situazione è in peggioramento: l’indice medio allora era 53. Se la cavano meglio le città del Nord, soprattutto quelle del Nord Est, tre delle quali occupano l’intero podio: Trento, Bolzano e Verona. Ne troviamo un’altra al sesto posto, Trieste. Le città del Sud sono fanalino di coda, in particolare quelle siciliane: Catania e Palermo sono rispettivamente al terzultimo e all’ultimo posto. Milano batte Roma, ma non è scontro al vertice, dal momento che entrambe si trovano nella seconda metà della classifica, la prima al 16° posto, la seconda al 24°.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.