News

Acqua all’idrogeno nascente: nessuna base scientifica sui benefici

Ci hanno segnalato un sito che vende (costosi) prodotti per produrre acqua  “all’idrogeno nascente”, ovvero arricchita di idrogeno, che vanta presunti benefici per la salute. Si tratta di claim salutistici non consentiti e che abbiamo già segnalato all’autorità.

27 febbraio 2020
acqua all'idrogeno nascente

Grazie alla segnalazione di un socio attento e attivo, abbiamo individuato il sito della Medigas Italia srl, dove si propongono una serie di prodotti con marchio aitecaH2 molto costosi, basati sul ricorso a una sedicente acqua “all’idrogeno nascente” o acqua idrogenata o  Hydrogen Water (un po’ di inglese non guasta mai).

Qual è il costo dell’acqua idrogenata?

Ecco quali sono i prodotti:

  • una sorta di borraccia da portare con sé (179,90 euro);
  • una macchina da tenere a casa per produrre “acqua all’idrogeno nascente” (1.199,90 euro);
  • un dispenser di acqua idrogenata per uffici e palestre (prezzo non indicato).

Secondo l’azienda, servirebbero a produrre “acqua all’idrogeno nascente”, ovvero “un’acqua naturalmente arricchita di idrogeno” che avrebbe “una potente azione antiossidante”, con molti effetti sulla salute.

I presunti benefici dell’acqua idrogenata

Guarda caso, si tratterebbe di effetti ad amplissimo raggio, tali da accontentare praticamente tutti, a qualsiasi età.

  • Effetto antietà: “Grazie alle sue elevate proprietà antiossidanti, Hydrogen Water migliora il funzionamento di tutte le cellule del corpo, perfeziona l’aspetto della pelle e riduce le rughe.”
  • Miglioramento delle prestazioni sportive: “L’acqua ad alta concentrazione di idrogeno riduce la produzione di acido lattico dopo l’attività muscolare, aiutando così a migliorare le prestazioni sportive. Riduce inoltre il senso di affaticamento generale e muscolare.”

  • Effetto detox: “L’acqua all’idrogeno nascente aiuta ad eliminare le tossine accumulate nell’organismo. Grazie alle sue proprietà, migliora la circolazione sanguigna, la funzionalità renale e il metabolismo, favorendo la perdita di peso.”

Mancano le controindicazioni dell’acqua idrogenata

Età, peso, attività sportiva… insomma, quest’acqua idrogenata non solo fa bene, è una vera e propria panacea: se non siamo di fronte a un filtro magico, poco ci manca. E naturalmente sono citati solo i benefici dell’acqua idrogenata, nessun cenno a possibili controindicazioni.

Però, per fortuna, la legge non consente di pubblicizzare effetti sulla salute se non sono fondati su basi scientifiche.

Denuncia per pubblicità ingannevole

Le affermazioni pubblicitarie relative a questa acqua idrogenata sono infatti assimilabili a claim salutistici, ovvero affermazioni promozionali che riguardano la salute, come definiti dal Regolamento europeo 1924/2006.

Affermazioni di questo tipo non si possono affastellare a caso: per poter essere utilizzate, devono essere autorizzate dalla Commissione Europea, ed essere inserite nell’elenco di quelle ammesse, riportato nel Regolamento 432/2012 e successive modifiche.

Ebbene, nell’elenco della Commissione europea non c’è alcun claim che faccia riferimento all’idrogeno presente nell’acqua né al suo potere antiossidante né tanto meno ai benefici dell’acqua arricchita di idrogeno.

Solo due i claim autorizzati

È bene tenere presente che sono soltanto due i claim "salutistici" che si possono usare nella pubblicizzazione di una qualsia acqua. Eccoli:

  1. “L’acqua contribuisce al mantenimento della normale regolazione della temperatura corporea”

  2. “L’acqua contribuisce al mantenimento di funzioni cognitive e fisiche normali”.

Tutto il resto non è ammesso dalla legge, in quanto privo di basi scientifiche.

Ci chiediamo quindi su che basi vengano fatte queste dichiarazioni sui presunti effetti benefici dell’acqua all’idrogeno nascente: sicuramente non su basi scientifiche riconosciute né ammesse dalla Commissione. Abbiamo segnalato il prodotto all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato perché verifichi se ci sono gli estremi di una condanna per pubblicità ingannevole.