News

Panzironi, l'Autorità oscura le sue tv e le sue "ricette" contro il coronavirus

Una sospensione di 6 mesi alle trasmissioni del canale digitale 880 e del digitale terrestre 61 che ospitavano il format “Il Cerca Salute” e lo speciale “Quello che non vi hanno detto sul Coronavirus”. Questa la decisione del Garante per le comunicazioni al termine di due procedimenti aperti lo scorso marzo in piena emergenza coronavirsu. Un provvedimento che si aggiunge alle due sanzioni già comminate da Antitrust a Panzironi per informazioni ingannevoli e pubblicità occulta.

15 aprile 2020
life 120

L'Autorità Garante per le comunicazioni ha deciso di sospendere le trasmissioni del canale 61 del digitale terrestre e di quello satellitare 880 che ospitavano i programmi di Panzironi e la promozione della sua dieta LIFE120. La motivazione? "Violazione delle disposizioni che impongono il rispetto della salute pubblica e vietano di indurre comportamenti che possano metterla in pericolo".

In particolare il Garante ha rilevato "la diffusione di contenuti, commerciali e non, potenzialmente suscettibili di porre in pericolo la salute degli utenti". Contenuti che spingerebbero a "una sottovalutazione dei rischi potenziali connessi al virus Covid-19". Il riferimento è a trasmissioni come "Il Cerca Salute" e allo speciale "Quello che non vi hanno detto sul Coronavirus". Secondo l'Autorità, trasmissioni che hanno indotto negli spettatori "l’erroneo convincimento che lo stesso virus possa essere trattato o prevenuto con misure non terapeutiche, ma alimentari o di mera integrazione".

Un comportamento ritenuto dall'AgCom particolarmente grave soprattutto perché "gli autori e il protagonista dei programmi in questione hanno utilizzato un modulo comunicativo basato sulla suggestionabilità dello spettatore medio". Lo scopo? Ovviamente quello di proporre i prodotti LIFE120 "se non come alternativa - quantomeno come imprescindibile complemento alle indicazioni terapeutiche provenienti dalle autorità sanitarie".

Questo provvedimento di sospensione arriva a seguito dell'apertura di due procedimenti nel marzo scorso, ma soprattutto arriva dopo le due sanzioni dell'Antitrust, la prima a febbraio del 2018 (da 500 mila euro) per informazioni ingannevoli e pubblicità occulta e la seconda a ottobre del 2019 (da 250 mila euro) per aver reiterato le pratiche commerciali scorrette. 

Il primo provvedimento dell'Antitrust: le motivazioni

Avevamo segnalato le pratiche scorrette del sito internet Life120.it e il suo proprietario Adriano Panzironi già a febbraio 2018. L'Antitrust aveva comminato una prima sanzione (500 mila euro) nel settembre 2018 per informazioni ingannevoli e pubblicità occulta. L'Antitrust aveva rilevato due condotte scorrette.

  • Divulgazione di informazioni ingannevoli. I prodotti venduti sul sito Life120.it vengono presentati e pubblicizzati come efficaci rimedi per risolvere le più svariate patologie. Si tratta però di semplici integratori alimentari e la normativa di questo settore parla chiaro: sulle etichette o tramite pubblicità non può essere attribuito a questo tipo di prodotti nessuna proprietà terapeutica, né capacità di prevenzione o cura di malattie. Per questa pratica scorretta, l’Autorità ha dato alla società Life 120 Italia S.r.l., che commercializza questi integratori, una sanzione di 150 mila euro.
  • Modalità poco trasparenti di promozione degli integratori. In questo caso, sotto accusa è finita la trasmissione televisiva “Il cerca salute”. Il programma, che apparentemente ha un contenuto informativo, in realtà ha finalità puramente promozionali. Serve a Panzironi per vendere i suoi prodotti e promuovere il libro “Vivere 120 anni” in cui è descritta la sua dieta. Per questa pratica scorretta, l’Autorità ha disposto nei confronti dei professionisti coinvolti e delle emittenti locali che hanno diffuso la trasmissione una multa di 426 mila euro.

La seconda Sanzione 

A ottobre 2019 è arrivata una seconda sanzione dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato (questa volta da 250 mila euro) per aver reiterato le pratiche commerciali scorrette già vietate e sanzionate il 13 settembre del 2018. Questo conferma la scorrettezza di queste pratiche: una proposta alla quale stare alla larga anche quando ottiene visibilità.

Nel mirino del Garante in particolare erano finite le informazioni ingannevoli presenti nello spot dell'integratore Orac Spice, andato in onda fino a giugno 2019 durante la trasmissione "Il Cerca Salute". Nello spot l'integratore vanta effetti preventivi e terapeutici che in realtà non sono dimostrati, visto che, come sostiene la stessa Antitrust, "per definizione può invece avere soltanto l'effetto di ottimizzare le funzioni fisiologiche che sono già nei limiti della normalità".

Il Garante in aggiunta ha comminato sanzioni (40 mila euro a testa) anche alla società Welcome Time Elevator, Life 120 Italia, Teleuniverso e allo stesso Adriano Panzironi per aver reiterato il profilo di pubblicità occulta. Il 5 marzo 2019 durante la trasmissione della rubrica "Panzironi venga a pranzo da noi" sull'emittente televisiva Teleuniverso, ovvero in un contesto non idoneo allo scopo pubblicitario, Panzironi ha decantato i benefici di "Life 120" e ne ha sollecitato l'acquisto.

Una dieta senza fondamento

La dieta Life 120 di Adriano Panzironi, ha diverse aggravanti. In primis il fatto che il suo ideatore, che si dichiara giornalista e imprenditore, non ha alcun titolo di studi legato alla nutrizione, né esperienze in questo campo. Non è un caso, quindi, che si tratti di consigli nutrizionali campati per aria, una specie di dieta low carb a base di pesce, carne, uova, verdura e poca frutta, che può creare seri squilibri in chi la segue. Inoltre, attraverso le sue trasmissioni televisive fintamente giornalistiche (e giustamente finite nel mirino dell’Antitrust) si fa appello al più becero complottismo per convincere i telespettatori del fatto che la medicina uffi ciale non rivelerebbe certe scoperte sull’alimentazione per puro interesse. Argomento usato da Panzironi per promuovere il libro e una serie di integratori che portano il marchio registrato di questo regime.

L’importanza di una dieta corretta

Di diete del momento ne abbiamo piene le tasche. Scegliere la dieta giusta e il regime alimentare corretto è fondamentale per la salute. Abbiamo analizzato i pro e i contro di molte diete e ti sveliamo le 7 che è bene evitare.

Diete dimagranti: quali evitare e quali scegliere