News

Grave obesità: quand'è consigliata la chirurgia?

La chirurgia bariatrica permette di ridurre l'assorbimento dei cibi che mangiamo. Un modo per dimagrire velocemente, ma che deve essere associato a uno stile di vita sano e una forte motivazione.

11 agosto 2018
grandi obesi

L'obesità è un problema da non sottovalutare. Più è alta la percentuale di grasso corporeo e più aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, respiratorie, renali e di contrarre il diabete. Secondo un'analisi di venti studi, condotti dal National Institutes of Health, l'obesità, inoltre, fa perdere dai 6 ai 14 anni di vita. Ricorrere all'intervento chirurgico può essere un modo per perdere peso velocemente, a patto che ci sia una forte motivazione e un cambio radicale dello stile di vita

L'intervento chirurgico

Per capire se una persona può ricorrere all'intervento chirurgico è necessario svolgere alcuni accertamenti facendo un bilancio complessivo tra rischi e benefici. Un paramentro fondamentale è rappresentato dalla distribuzione del grasso nel corpo. Quello più pericoloso è quello concentrato a livello addominale, spesso associato a un maggior rischio di diabete e di malattie cardio e cerebrovascolari.

Le controindicazioni

Non tutti possono sottoporsi all'intervento ed esistono alcune controindicazioni. In caso di disturbi alimentari o gravi forme di depressione, ad esempio, l'intervento di chirurgia bariatica è fortemente sconsigliato

Per leggere l'articolo completo diventa socio

Se sei socio fai il login per leggere l'articolo