News

Carciofo, caffè verde e gli altri: stop ai prodotti dimagranti "naturali"

27 gennaio 2015
prodotti dimagranti

27 gennaio 2015

Facevano leva su presunti "snellenti naturali" come il carciofo, il lampone o il caffè verde. Promettevano dimagrimenti immediati e duraturi che, ovviamente, non erano in grado di dimostrare. 11 prodotti dimagranti non funzionano: così l'Antitrust ha multato con 650 mila euro la società Perfoline per pubblicità ingannevole.

Dimagrire con il carciofo o con la zuppa di cavolo? Perdere i chili di troppo affidandosi a misteriosi mix, composti da frutta esotica o caffè verde? Le pubblicità dei prodotti dimagranti naturali, che avrebbero dovuto consentire risultati eccezionali, hanno tratto in inganno diversi consumatori. Merito di una presenza martellante sui social network, ma anche via email, YouTube e mini siti dedicati. Adesso Antitrust ha multato le due società Perfoline Sa e Perfoline SAS per pubblicità ingannevole, con una sanzione rispettivamente di 250.000 e 400.000 euro. I prodotti finiti sotto la lente del Garante sono Carcioforte, CaféForm, Cavolo Forte, Decaburner, Maggie Drozd, Total Fit 2020, GlucoBurner, Slim 5, Abrelax 3, Caffè Verde Forte Plus e Ketomang Express Forte.

Affermazioni prive di evidenza scientifica

"Perdere peso velocemente: con gli incredibili poteri dimagranti del carciofo in una capsula iper-concentrata" (Carcioforte) e ancora "Potere dimagrante della zuppa di cavolo finalmente in una capsula" (Cavolo Forte). Testimonianze di presunte consumatrici soddisfatte e composti in grado di far perdere peso "senza privazioni né estenuanti esercizi". Tutte affermazioni prive di dimostrazione scientifica e per cui non si potevano escludere effetti dannosi per la salute. Queste le motivazioni della multa imposta a Perfoline Sa e Perfoline SAS dall'Antitrust, che ha puntato il dito su 11 prodotti dimagranti commercializzati dalle società. 

Promesse impossibili rivolte a persone vulnerabili

I contenuti delle pubblicità lasciavano intendere che l'assunzione dei prodotti pubblicizzati era sufficiente, di per sé, per dimagrire in modo considerevole, stabile e in breve tempo. Il tutto, sempre secondo le pubblicità, senza ricorrere a un regime alimentare ipocalorico o a un esercizio fisico controllato. L'aggravante era che questi messaggi, prevalentemente indirizzati verso gruppi di consumatori obesi o in sovrappeso, risultavano più convincenti proprio perché rivolti a persone particolarmente vulnerabili.

Riconoscere i prodotti-bufale

Hai visto un prodotto che vanta proprietà dimagranti miracolose? Ecco quando deve scattare il campanello d'allarme:

  • Promette di far perdere peso velocemente (tipo 7 kg in 7 giorni): oltre che impossibile, sarebbe pericoloso per la salute;
  • Mostra foto del “prima” e “dopo”, raramente attendibili e che servono solo a creare illusioni;
  • Sostiene che si può dimagrire solo assumendo quel prodotto, senza modificare le proprie abitudini di vita (né quello che si mangia né quanto si fa esercizio fisico);
  • Si appoggia a fantomatici esperti stranieri che opererebbero in presunte università situate all’estero;
  • Garantisce i risultati, magari offrendo un rimborso nel caso in cui non si perda il peso sperato;
  • Promette perdite di peso notturne, legate a creme o a indumenti speciali;
  • Vanta una generica “assenza di effetti indesiderati” o di essere “completamente naturali” (affermazione di per sé priva di senso, perché in natura non mancano sostanze pericolose per la salute);
  • Promette risultati duraturi nel tempo.

Come perdere i chili in eccesso

Come abbiamo avuto modo di ribadire più volte, non esistono alimenti né integratori in grado di farci bruciare né grassi né calorie. Per tornare in forma è sufficiente intensificare l'attività fisica e controllare il proprio regime alimentare. Scopri nel nostro speciale quali sono le diete da cui è bene stare alla larga, per il bene della salute.

Diete a confronto


Stampa Invia