Consigli

Un gelato a pranzo: e negli altri pasti?

28 giugno 2014

28 giugno 2014

Può capitare, in estate, di voler fare pausa pranzo con un cono o una coppetta. Niente di male, ma meglio non farlo spesso: non è un pasto equilibrato. Ecco come compensare con colazione, spuntini e cena. Consulta il nostro servizio online per conoscere calorie, zuccheri e grassi di oltre 100 prodotti confezionati.

Voglia di una pausa pranzo fresca e veloce con un gelato? Sì, ma solo ogni tanto: ha poche calorie e proteine per un pasto, mancano fibre, vitamine e minerali. Ti diamo qualche idea su come compensare con gli altri pasti.

E se vuoi sapere precisamente quante calorie, grassi e zuccheri ha il tuo gelato preferito, consulta il nostro servizio online: abbiamo valutato e messo a confronto 120 prodotti tra coni, coppette, biscotti, ecc.


Confronta i gelati


Una giornata tipo "equilibrata"

Sia le circa 250 kcal di un gelato confezionato sia le circa 500 kcal di una coppa artigianale grande sono poche per un pranzo: si arriverà affamati a cena, con il rischio di abbuffarsi. Aggiungi un frutto - ad esempio una mela (100 kcal) - così hai anche fibre, vitamine e minerali. E negli altri pasti? Ecco qualche esempio per una giornata equilibrata.

  • Colazione
    Una tazza di latte con i cereali per i carboidrati complessi che il gelaato non ha; aggiungi una spremuta per le vitamine.
  • Spuntino a metà mattina
    Un frutto ti aiuta a raggiungere le 5 porzioni al giorno (tra frutta e verdura) consigliate.
  • Merenda del pomeriggio
    Visto che il gelato ha poco sale, potresti fare uno snack con un pacchetto di crackers.
  • Cena
    Pasta alle verdure e un secondo proteico (carne, pesce, uova...). Largo ancora alle verdure con un bel contorno.

Stampa Invia