Guida all'acquisto

Come scegliere i cereali

cereali

Il buongiorno si vede dal mattino: per iniziare la giornata con la giusta carica di energia non c’è niente di meglio che una sana alimentazione. I cereali per la colazione, con il latte o con lo yogurt, possono essere  una buona alternativa a biscotti e brioche. E non solo al mattino, ma anche per la merenda di metà pomeriggio.

Al supermercato, nella corsia dei cereali, troviamo decine di prodotti, diversi per aspetto, forma e sapore. In particolare quelli pensati esplicitamente per bambini: palline o barchette, soffiati o glassati, integrali o al cioccolato. Orientarsi nella scelta non è facile: usa il nostro test sui cereali per fare la scelta migliore.

scopri quali sono i cereali migliori

Leggi la lista degli ingredienti

Per una scelta consapevole, leggi la lista degli ingredienti. Spesso è piuttosto lunga, ma è importante sapere cosa contengono: alcuni prodotti comprendono più tipi di cereali (riso, frumento, avena…), zucchero e sale non mancano mai, solo alcuni contengono un olio come fonte di grasso e può capitare di trovare anche i coloranti. Vitamine e minerali chiudono spesso la lista degli ingredienti.

Controlla la tabella nutrizionale

Verifica la tabella nutrizionale: scoprirai che ci sono belle differenze. Il principale problema dei cereali per la prima colazione è l’elevata quantità di zuccheri. Tieni presente che tra i prodotti del nostro test, il contenuto in zuccheri varia da un minimo di 1.8 ad un massimo di 12 g per una porzione da 30 g. Meglio orientarsi, quindi, verso prodotti con un tenore in zuccheri più basso. Per questo, i cereali golosi (al miele, al cioccolato, glassato) possono rappresentare uno “sfizio”, ma non vanno bene come scelta quotidiana.

Non farti conquistare solo dalle mascotte

Cartoon, mascotte e regalini vari – anche da collezionare – sono i trucchi utilizzati dai produttori per attirare i bambini: è una pratica scorretta, soprattutto perché spesso sono abbinati a prodotti dal profilo nutrizionale non ottimale, anzi sono spesso ricchi di zuccheri, sale e grassi. È meglio non cedere alla tentazione.

Vitamine e minerali aggiunti

Molti prodotti aggiungono vitamine e/o minerali. Anche questo è un modo per rendere più accattivante il prodotto, cercando di migliorarne il profilo nutrizionale. La loro presenza non deve essere un criterio di scelta. Il nostro organismo ha realmente deficit di vitamine e minerali? Raramente. E se anche fosse, è importante imparare ad introdurre vitamine e minerali dalle giuste vie (frutta e verdura) e non veicolate da prodotti che, troppo spesso sono pieni di zuccheri.


Stampa Invia