News

Cibo e mondiali: un binomio che non convince

17 giugno 2014
cibo

17 giugno 2014

Pubblicità con palloni o calciatori possono generare, soprattutto nei bambini, la convinzione che alcuni prodotti siano adatti a uno stile di vita sportivo. In alcuni casi, invece, si tratta di cibi poco sani che con lo sport non vanno d’accordo. Se ti imbatti in una di queste pubblicità, pubblica una foto su Twitter, Facebook o Instagram con l’hashtag #JunkFoodWorldCup.

Tempo di mondiali, tempo di pubblicità. In televisione, nei negozi o nei supermercati, i colori della nazionale vestono ogni tipo di prodotto. Nessuno resiste al fascino del mondiale e alla tentazione di farsi pubblicità facendo leva su un evento tanto importante e seguito. Neanche le aziende che producono alimenti (patatine, snack, gelati) e bevande (bibite gassate o dolcificate) che possiamo definire junk food, ossia cibi poco sani, che con lo sport hanno poco a che fare. L’uso di immagini di calciatori, di palloni o altro associate a questi prodotti, infatti, può innescare la convinzione, soprattutto nei bambini, che questi alimenti, o bevande, in realtà ricchi di zuccheri, grassi e sale, siano sani e adatti ad uno stile di vita sportivo.

Le pubblicità dei prodotti legate ai mondiali

La Coca Cola mostra in etichetta il disegno stilizzato di un pallone con sopra un cuore tricolore e mette in palio cinque palloni Adidas al giorno. La Kinder Ferrero scommette con chi acquista i prodotti: se indovini la squadra che vincerà la competizione, sarai rimborsato. Con le patatine Pai, invece, partecipando a un concorso, puoi vincere un tablet al giorno e un televisore alla settimana. Mentre Gattuso addenta un hamburger a edizione limitata da McDonald’s. E questi sono solo alcuni esempi.

Ecco alcune pubblicità che sfruttano i mondiali di calcio

La nostra campagna

Per richiamare l’attenzione sull’accoppiata junk food e sport, Consumers International ha lanciato una campagna sui social network usando l'hashtag #JunkFoodWorldCup, a cui Altroconsumo ha aderito. Se trovi esempi di etichette e pubblicità in cui immagini relative alla coppa del mondo vengono utilizzate per vendere bevande e alimenti poco sani pubblica una foto su Twitter, Facebook o Instagram con l’hashtag #JunkFoodWorldCup.


Stampa Invia