News

Cioccolato poco fondente

03 novembre 2010

03 novembre 2010

Le espressioni “piacere fondente” e “extra cacao” sull’etichetta di questa tavoletta Milka fanno pensare a un pezzo di cioccolata dal gusto forte. Ma in realtà si tratta di cioccolato al latte.

Le espressioni “piacere fondente” e “extra cacao” sull’etichetta di questa tavoletta Milka fanno pensare a un pezzo di cioccolata dal gusto forte. Ma in realtà si tratta di cioccolato al latte.

C’è il latte
Un consumatore potrebbe comprarlo proprio per gustarsi il sapore tipico del fondente, escludendo la presenza di latte nella ricetta. Non è così: tra gli ingredienti del cioccolato Milka c’è non solo il latte scremato in polvere, ma anche grasso del latte e siero di latte in polvere. L’unica differenza con il cioccolato al latte Milka è un contenuto leggermente superiore in cacao: 45% contro il 30% di quello al latte. Basta per parlare di piacere fondente ed extra cacao?

Solo questione di gusto
Un cioccolato che si definisce “cioccolato al latte gusto fondente” è in regola con la legge? In realtà, sì: non esiste, infatti, una legge che dia una definizione di fondente per il cioccolate nero. Sulla stecca del cioccolato Milka possono, dunque, comparire richiami al piacere fondente e all’extra cacao. Per noi però questi claim sono un po’ tirati per i capelli e rischiano di ingannare il consumatore. Questione di gusto.


Stampa Invia