News

Coop ci contesta ma solo quando le conviene

17 novembre 2009

17 novembre 2009

Come ogni anno, la nostra grande inchiesta sui supermercati ha avuto una vasta eco sui giornali, in radio e in tv. Alcuni soci ci hanno segnalato anche un articolo apparso sulla rivista Consumatori, mensile edito dalla Coop, che ha definito la nostra inchiesta non attendibile, in quanto, a loro dire, sarebbe "lontana dai parametri di oggettività e correttezza statistica indispensabili a fornire un servizio ai consumatori".

Come ogni anno, la nostra grande inchiesta sui supermercati ha avuto una vasta eco sui giornali, in radio e in tv. Alcuni soci ci hanno segnalato anche un articolo apparso sulla rivista Consumatori, mensile edito dalla Coop, che ha definito la nostra inchiesta non attendibile, in quanto, a loro dire, sarebbe "lontana dai parametri di oggettività e correttezza statistica indispensabili a fornire un servizio ai consumatori".

Come sempre, anche quest'anno abbiamo incluso nell'inchiesta anche i supermercati della catena Coop. Che, dal punto di vista dei prezzi, sono risultati senza infamia e senza lode. Si sono posizionati infatti circa a metà classifica: indice 110, cioè 10% in più del supermercato meno caro, per il carrello 1 (prodotti di marca confezionati e alimentari freschi più venduti), che migliora scendendo a 106 per Ipercoop; per il carrello 2 (prodotti più economici) indice 138 per Coop (125 per Ipercoop).

Un risultato che, evidentemente, Coop non ha gradito: e ci dispiace molto che invece di trarne stimolo a migliorare accampi critiche infondate contro il nostro metodo. Si tratta di un metodo ampiamente consolidato da vent'anni di esperienza, conforme a quello seguito dalle associazioni indipendenti di consumatori che operano in Europa e nel mondo e con una attendibilità mai messa in discussione da nessuno. Del resto, pochi istituti di ricerca possono vantare un confronto tra 600 mila prezzi di 931 negozi in 66 città. Proprio per lo scrupolo di garantire un'informazione corretta, in molti casi dopo avere calcolato gli indici di prezzo dei diversi punti vendita effettuiamo ulteriori confronti, basati esclusivamente su prodotti identici presenti in tutti i negozi considerati: e i risultati dei nostri indici sono sistematicamente confermati. Del resto, Coop lo sa benissimo: non per nulla quando, in passato, è uscita bene dall'inchiesta, non la ha affatto messa in dubbio, al contrario ha utilizzato i risultati per promuoversi.


Stampa Invia