News

Guida alla frutta esotica Guarda il video

01 dicembre 2009
frutta esotica

01 dicembre 2009

Conoscete l'origine e le caratteristiche della frutta esotica? Grazie alla nostra guida all'acquisto non avrà più segreti. In più, un video con le spiegazioni.

La frutta che viene da lontano…
Fino a pochi anni fa erano completamente sconosciuti. Adesso, per acquistare alcuni tra i più strani frutti tropicali non serve programmare una gita ai negozietti etnici della città: basta semplicemente andare in un supermercato ben fornito. Papaya, frutto della passione, litchi, mango, ma anche il curioso rambutan, la bella carambola con la sua forma a stella, la sgargiante pithaya si trovano fianco a fianco alle più familiari mele e pere di casa nostra.

Nuovi consumatori e impatto ambientale
Il merito di questa diffusione va sicuramente all'arrivo di nuovi consumatori provenienti da Paesi dove questa frutta fa parte dell'alimentazione quotidiana, ma anche alla nostra spiccata curiosità, soprattutto in fatto di cibo. I sostenitori degli acquisti locali, però, attenti al valore del basso impatto ambientale, non possono certo apprezzare questa invasione: la maggior parte di questi prodotti arriva via aerea dopo aver percorso migliaia di chilometri.

Conoscere come preparala
Mangiare frutta esotica ogni tanto può avere i suoi effetti benefici. Come ci ha spiegato Sophia Bapt, l'esperta di cucina esotica che abbiamo contattato, avvicinarsi a questa frutta oltre ad avere una buona ricaduta sulla nostra alimentazione (si varia la dieta) permette di viaggiare tra i colori e i sapori di altre culture senza muoversi da casa. L'arricchimento è quindi garantito, a patto però che si conoscano bene varietà, provenienza, modalità di utilizzo: leggete la nostra guida all'acquisto e le ricette allegate.


Stampa Invia