News

Minidosi, il formato piccolo non conviene

19 luglio 2013
minidosi

19 luglio 2013

Le versioni mini sembrano adeguarsi meglio al portafogli. In realtà, il costo del contenuto è più alto e si comprano soprattutto imballaggi. Ma c'è anche qualche eccezione.

La logica del 3x2, a cui per anni ci ha abituato la grande distribuzione, sembra ormai sul viale del tramonto: probabilmente perché lo scenario economico non incoraggia a fare scorte, quanto piuttosto a soddisfare le esigenze immediate. A questo aggiungi il numero dei single in crescita, soprattutto nelle grandi città, e lo sfizio e la praticità di avere una confezione piccola. E la scelta dei prodotti in formato mini è fatta. La percezione di spendere meno c'è, ma ci conviene davvero? 

Siamo andati a verificarlo proprio tra gli scaffali e ci sono state molte sorprese. Leggi l'inchiesta completa per scoprirle.

Micro, ma più costosi... con qualche eccezione

La maggior parte delle volte - in proporzione - si spende di più con i prodotti minidose: cioè, anche se il costo del prodotto è più basso rispetto alla versione "big", il prezzo a cui stiamo pagando il suo contenuto è più alto. Ma questa non è la regola, ci sono stati casi in cui è successo anche il contrario: alcuni prodotti, paradossalmente, costano di più nel grande formato.

Qual è la soluzione?

Ecco cosa valutare per scegliere davvero i prodotti convenienti, con un occhio agli imballaggi meno inquinanti e al rischio di spreco:

  • Guarda il prezzo per unità di misura: l'unico modo per sapere con certezza se un prodotto mini conviene rispetto a quello in formato famiglia è controllare qual è il prezzo per unità di misura (al chilo, al litro, per dose).
  • Pensa a quali sono le tue reali necessità: il rischio - nel caso dei prodotti deperibili - può essere quello di comprare prodotti grandi per risparmiare, ma poi di non riuscire a consumarli ed essere costretti a buttarli.
  • Tieni conto dell'ambiente: gli imballaggi piccoli richiedono in proporzione uno spreco maggiore di materia prima. Acquistando minidosi c'è il rischio di comprare soprattutto plastica  vetro. Pensa che l'imballaggio ideale deve essere razionale, di un solo materiale e ridotto al minimo indispensabile.

 

 


Stampa Invia