News

Birra: 5 miti da sfatare

Ma davvero la birra aiuta a digerire dopo un lauto pranzo? Ed è vero che si può usare anche come crema solare? E se aspetti un bimbo? In molti dicono che una media non fa male, ma è davvero così? Ecco cinque credenze sulla birra: tutte false. 

29 giugno 2018
birra

Può sostituire il brodo, il vino, il latte e anche l’aceto. La birra ha sconfinato non solo in tavola con abbinamenti nuovi e creativi - come quello con i dolci al cioccolato, fino a poco tempo fa impensabile - ma anche in cucina. Una lager per esempio è perfetta per fare gli impasti delle torte o le salse delle insalate; le porter si possono usare nei dolci; quelle d’abbazia stemperano gli stufati cotti a fuoco lento. Insomma la rivoluzione della birra è in corso. Ma tanti anche sono i falsi miti che l’accompagnano. Ne vediamo insieme cinque:

  1. Disseta più di altre bevande: no. In generale non è vero che le bevande alcoliche dissetino, anzi, al contrario, disidratano: l’alcol, infatti, richiede una maggiore quantità di acqua per il suo metabolismo e in più aumenta la perdita di acqua con le urine.
  2. Aiuta la digestione. Tutt’altro: la birra rallenta e produce ipersecrezione gastrica. Non aiuta di certo la digestione.
  3. Si può bere in gravidanza: come riporta il Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione nelle sue linee guida, le donne in gravidanza dovrebbero astenersi dal bere birra. L’alcol ingerito dalla madre giunge dopo pochi minuti nel sangue del feto, ma il feto non è in grado di metabolizzarlo, di conseguenza l’alcol e i suoi metaboliti si accumulano nel suo sistema nervoso e in altri organi, danneggiandoli. Anche durante l’allattamento andrebbe evitato: l’alcol infatti arriva al bambino tramite il latte, rischiando di provocare danni. Meglio quindi astenersi dal bere o comunque diminuirne drasticamente le dosi (è concessa una lattina di birra da 330 ml con gradazione 4 o 5 % vol. o un boccale da 200 ml di birra con gradazione 8 % vol. una o due volte al massimo alla settimana). La convinzione che la birra favorisca la secrezione del latte è assolutamente priva di qualsiasi fondamento scientifico.
  4. Si può usare come crema solare. Assolutamente no. Usare la birra come abbronzante può essere pericoloso: esporsi al sole senza opportuna protezione mette a rischio di scottature ed eritemi.
  5. Rinfresca berla in spiaggia. In generale quando si è in spiaggia è meglio evitare di bere alcolici: l’alcol rallenta i riflessi e questo effetto potrebbe essere pericoloso prima di una nuotata. Se si beve una birra in spiaggia, meglio restare sotto l’ombrellone e aspettare di aver smaltito gli effetti dell’alcol prima di entrare in acqua. Con il caldo gli alcolici vanno evitati perché favoriscono la disidratazione.

Per aiutarti a scegliere quale bere questa estate ne abbiamo messe alla prova 28, tutte facilmente reperibili in supermercati, ipermercati, discount. Consulta anche tu il nostro test e scopri qual è la migliore birra in commercio.

 


Stampa Invia