News

Natale a tavola, i consigli per le feste

19 dicembre 2014
natale cucina

19 dicembre 2014

Dalla spesa al supermercato al momento del brindisi. Ecco alcuni consigli pratici per scegliere, conservare e consumare alcune delle pietanze tipiche delle feste di fine anno. Per salvaguardare qualità e freschezza dei prodotti che portiamo a tavola, con un occhio anche al portafoglio.

Occhio alla spesa

Prima di fiondarsi al supermercato e riempire il carrello con qualsiasi prodotto che troviamo sugli scaffali, è bene osservare alcune semplici regole condivise anche dal ministero della Salute.

  • Preparare una lista della spesa ci permette di acquistare solo quello che serve davvero, evitando gli sprechi,
  • Attenzione ai venditori improvvisati e ai canali di distribuzione non convenzionali: non sempre la sicurezza del prodotto è garantita,
  • Ricordiamoci che le confezioni devono essere integre, meglio fare attenzione a scatole o barattoli gonfi e a prodotti con colori alterati,
  • Dai un'occhiata alle etichette, occhio alla data di scadenza e all'elenco degli ingredienti contenuti,
  • Non spezziamo la catena del freddo: se non conservati in modo corretto, gli alimenti deperibili possono diventare nocivi per la salute.

Frigorifero: ogni cosa al suo posto

Una volta a casa, ricorda che ogni alimento deve occupare una posizione precisa, in base alla temperatura di conservazione.

  • Uova, confetture e sottaceti devono essere riposti in alto,
  • Carne e pesce vanno separati dagli altri alimenti con involucri e vanno messi nella parte più fredda in basso. Il pesce eviscerato e lavato va consumato entro 24 ore, la carne, invece, ha tempi di conservazione diversi, in base al taglio e alla composizione. Il macinato va consumato entro 24 ore, entro 3 giorni nel caso di affettati non confezionati e carne fresca in genere,
  • Frutta e verdura occupano la zona a temperatura maggiore, solitamente nel cassetto in basso,
  • Prodotti che necessitano di una leggera refrigerazione (burro, bibite...) nelle mensole all'interno della porta del frigo,
  • Meglio riporre gli alimenti acquistati di recente sotto o dietro a quelli già presenti, così eviteremo gli sprechi e salvaguarderemo la nostra salute.

Il cenone: trasgredire con le calorie? Si può

Dagli antipasti a base di pesce o frutti di mare, passando per il cotechino e il panettone, ricordiamoci che una dieta adeguata si misura nel lungo periodo e non su un singolo pasto. Quindi questo significa che, specie nei giorni di festa, si può "trasgredire" e andare oltre le buone regole dell'alimentazione e superare i limiti di calorie e nutrimenti raccomandati.


Stampa Invia