News

Pane al carbone: facciamo chiarezza

08 gennaio 2016

08 gennaio 2016

Il suo successo è dovuto all'ingrediente che lo colora, il carbone vegetale attivo usato per contrastare gonfiore e flatulenza. Il ministero della Salute, però, precisa: questo prodotto non ha alcun effetto benefico sulla salute e non può definirsi “pane”. Proprio per questo alcuni panettieri sono stati denunciati in Puglia.

Questo pane nero sta avendo molto successo, non soltanto per il suo aspetto stravagante, quanto per le presunte qualità dell’ingrediente che lo colora, cioè il carbone vegetale attivo, usato in medicina per contrastare gonfiore e flatulenza. L’associazione di categoria dei panificatori, però, ha sollevato alcuni dubbi sulla vendibilità e sulla salubrità di questo prodotto, chiedendo al ministero della Salute di chiarire la situazione.

Nessun effetto benefico sulla salute

La risposta del ministero non si è fatta attendere: questo pane non è pericoloso per la salute, ma non può vantare alcun effetto benefico, perché il carbone attivo agisce sul gonfiore addominale solo se ne si assume 1g almeno 30 minuti prima del pasto e 1g subito dopo. Altrimenti, è da considerarsi un semplice colorante. Poiché la legge vieta l’uso dei coloranti nel pane, i prodotti che lo contengono non potranno definirsi “pane” ma “prodotto della panetteria fine”. Ecco perché sono scattate le denunce. Alcuni panettieri pugliesi, infatti, producevano e vendevano questi prodotti chiamandoli “pane” e vantando le loro proprietà benefiche.

In campo alimentare siamo abituati al lancio di prodotti che promettono miracoli, ma che spesso servono solo a fare pubblicità a chi li promuove. Le mode del momento sono spesso inutili e costose. Per portare in tavola ogni giorno del pane fresco, genuino ed econominco c'è un modo molto semplice: farlo in casa con una macchina del pane. Ti aiutiamo a scegliere quella che fa per te. Attenzione, però, alcuni modelli sono da evitare. 

Trova la macchina del pane più adatta a te

Cos'è il carbone vegetale?

Il carbone vegetale si ottiene attraverso un particolare procedimento di decomposizione, da legni di diversa natura. Nei prodotti da forno viene semplicemente usato come colorante (E153) ammesso nell’Unione Europea. I coloranti, sono degli additivi alimentari e vengono utilizzati per attribuire agli alimenti un aspetto più colorato. La principale caratteristica del carbone attivo è quella di essere poroso e avere capacità assorbente tanto da essere usato in ambito medico nei casi di avvelenamento. È usato anche nella formulazione di integratori alimentari per l’eliminazione dei gas intestinali.


Stampa Invia