News

Pane e pasta londa lunga della speculazione

16 dicembre 2009

16 dicembre 2009

Circa due anni fa c'era stato il picco della speculazione che riguardava i prezzi di pane e pasta. Le nostre denunce in merito erano state accolte dall'Antitrust, che aveva sanzionato il comportamento anticoncorrenziale dell'associazione dei panificatori romani e di un grande numero di aziende nostrane produttrici di pasta.

Circa due anni fa c'era stato il picco della speculazione che riguardava i prezzi di pane e pasta. Le nostre denunce in merito erano state accolte dall'Antitrust, che aveva sanzionato il comportamento anticoncorrenziale dell'associazione dei panificatori romani e di un grande numero di aziende nostrane produttrici di pasta.

Paghiamo ancora quegli aumenti
Cosa è rimasto di quella vicenda? Oggi i prezzi di questi alimenti sono stabili e non si vedono all'orizzonte venti di inflazione. Ma le vecchie scorie della passata speculazione non sono mai state spazzate via completamente. E infatti il prezzo di pane e pasta continua a segnare incrementi di prezzo superiori a quelli del complesso dei generi alimentari, anche se nel frattempo il prezzo del grano, cioè della materia prima, è nettamente calato. In breve: stiamo pagando ancora oggi una parte dei rincari passati. Una bolla che non si è mai sgonfiata del tutto e che le famiglie italiane continuano a pagare.

Aumento dei prezzi gennaio 2007-novembre 2009
Alimentari in generale 9%
Pane 15,90%
Pasta 27,70%

Stampa Invia