News

Passata di pomodoro

01 luglio 2009

01 luglio 2009

La passata di pomodoro è l'ingrediente base di moltissime ricette. Il nostro test ha stanato peli di roditore e acqua aggiunta in alcune marche molto note.
Pomodori: guida all'acquisto

Passate in laboratorio
Abbiamo portato in laboratorio e assaggiato 25 marche di passata di pomodoro, sia nella versione classica "vellutata", sia nella versione "rustica", quella, per intenderci, che ha la grana più grossolana. I risultati delle nostre analisi non ci lasciano pienamente soddisfatti: la qualità di questa conserva regina della nostra tavola è mediamente poco più che discreto. Il sapore non eccelle e la qualità complessiva, valutata sulla maturazione dei pomodori, la presenza di residui, i difetti della grana (bucce, semi, muffe, piccioli), la presenza di acqua aggiunta (vietata), ci lascia freddini.

Peli di roditore e acqua aggiunta
Un'analisi che ha dato risultati interessanti è la ricerca di corpi estranei. L'esame permette di verificare la presenza microscopica di frammenti di insetti o altri materiali di natura organica nelle conserve, per valutare lo stato igienico del prodotto. Tre passate non superano la prova: invisibili a occhio nudo, insieme al pomodoro sono stati imbottigliati alcuni peli di roditore.

Un altro esame che ha rivelato un prodotto non conforme è quello dell'acqua aggiunta. Per legge è vietato aggiungere acqua in queste conserve, per arginare il pericolo che siano fatte con pomodoro concentrato ricostituito, magari cinese.

Marche del test
  1. Auchan
  2. Ca' Dell'orto
  3. Carrefour
  4. Cirio
  5. Conad
  6. Coop
  7. DeCecco
  8. Divella
  9. Esselunga
  10. La Doria
  11. Mutti
  12. Pam
  13. Pomì
  14. Santa Rosa
  15. Sapore Vero
  16. Star
  17. Valfrutta

Stampa Invia