News

Quanta verdura c'è?

13 giugno 2012

13 giugno 2012

Va di moda la verdura. Fa bene e lo slogan delle cinque porzioni al giorno è sempre più diffuso. Ma negli alimenti confezionati che si vantano di averne ce n’è poca.

Gli esperti di alimentazione sono concordi: frutta e verdura arrivano troppo di rado sulla nostra tavola. La conseguenza è uno stato di salute carente. Per incrementarne il consumo sono state lanciate molte campagne di educazione alimentare. La più famosa è forse quella delle “cinque porzioni al giorno” che prevede un consumo di verdure a pranzo e cena, inframmezzati da almeno tre spuntini di frutta.

Il marketing cavalca l’onda

Sull’onda di queste campagne molti produttori stanno lanciando alimenti che puntano ad attirare il consumatore grazie alla presenza delle verdure. A volte si spingono oltre, promettendo la copertura di un’intera porzione di verdure, anche con un piatto di pasta o un secondo di carne farciti. Sono veri questi slogan? No, stando ai nostri calcoli (basati sulle indicazioni dell’Istituto italiano di ricerca per la nutrizione, secondo cui una porzione di verdura deve essere almeno di 250 grammi o 50 grammi se insalata) su più di 50 alimenti, tra sughi, piatti e pasta, la verdura presente è in realtà molto meno di quanto ci vogliono far credere immagini e pubblicità. Abbiamo calcolato che una porzione di questi alimenti arriva a coprire, quando va bene, poco più della metà di una porzione di verdura fresca.  Se si vogliono seguire le indicazioni nutrizionali sul corretto consumo di frutta e verdura, quindi, non ci si può affidare soltanto a questo tipo di prodotti, ma bisogna sempre contemplare nei pasti principali una porzione di verdure come contorno, cucinate o servite fresche a parte.


Stampa Invia