News

Slogan nutrizionali bocciati quelli inutili

13 febbraio 2012

13 febbraio 2012

Bocciata dal parlamento europeo l’ultima proposta in ambito di slogan nutrizionali, che avrebbe solo confuso ulteriormente i consumatori e fatto il gioco delle aziende produttrici.

Per fortuna è stata bocciata. L’ultima proposta in ambito di slogan nutrizionali non ha convinto il parlamento europeo, che l’ha rimandata al mittente. Meglio così, perché avrebbe solo confuso ulteriormente i consumatori e fatto il gioco delle aziende produttrici. La proposta prevedeva - in pratica - la possibilità di vantare in etichetta un cambio di formulazione rispetto alla versione precedente del prodotto stesso, grazie a slogan del tipo: “ora contiene il 5% di sale in meno”.

Da intento salutare a operazione di marketing
L’obiettivo teorico di questa proposta era quello di incentivare le aziende a ridurre i quantitativi di ingredienti dannosi per la salute, come zucchero, sale, grassi, grassi saturi e calorie.
In realtà il via libera per questo claim non avrebbe aiutato i consumatori a fare scelte più salutari: semplicemente sarebbe servito alle aziende per farsi pubblicità. La comparazione proposta, infatti, non era con altri prodotti della stessa gamma (per esempio con un’altra marca di cereali per la prima colazione), ma solo con la ricetta precedente dello stesso prodotto. Facendo passare la proposta si sarebbe corso il rischio di promuovere minimi cambiamenti di formulazione e di far apparire – senza ragione - un prodotto come più sano rispetto ad altri. Ecco perché siamo soddisfatti che questo inutile slogan nutrizionale sia stato bocciato.
Per scegliere il prodotto migliore (e più salutare) seguite il nostro consiglio: leggete le informazioni nutrizionali riportate in etichetta e confrontatele con quelle di prodotti simili.  In questo modo farete una scelta corretta, non dettata solo dal richiamo di uno slogan.


Stampa Invia