Attenzione a

Bacche di Goji tibetano, richiamati alcuni lotti provenienti dalla Cina: contengono pesticidi

11 maggio 2018
bacche goji

11 maggio 2018
Presenza oltre i limiti di legge di alcuni pesticidi. E' con questa motivazione che l’azienda Agricola Luisa Srl ha disposto il richiamo dal mercato di alcune confezioni di bacche di Goji essiccate provenienti dalla Cina. Ecco tutte le informazioni sul prodotto. Se le hai acquistate non consumarle.

L’azienda Agricola Luisa Srl ha richiamato alcune confezioni di bacche di Goji tibetano essiccate provenienti dalla Cina. Il motivo è la presenza di carbofuran e propargite (due pesticidi) oltre i limiti consentiti dalla legge.

Le bacche sono vendute in 24 confezioni da 250 grammi e sono prodotte dall’azienda Agricola Lusia Srl, in provincia di Rovigo.

Ecco tutte le informazioni sul prodotto.

Nome del prodotto: Bacche di Goji essiccate 24X250 gr.

Marchio del prodotto: Bacche di Goji Tibetano

Lotto di produzione: 03 – 03

Data di scadenza: 31 gennaio 2019

Nome del produttore: Agricola Luisa srl

Sede dello stabilimento: via dell’Artigianato 261, Luisa, Rovigo

Il richiamo non riguarda solo l’Italia, ma anche altri Paesi dell’Europa. Se hai acquistato questo prodotto non consumarlo, ma riportarlo nel punto vendita dove l’hai acquistato.

Bacche di Goji: sfatiamo qualche mito

Le bacche di Goji sono conosciute come il frutto della longevità e sono l’ultima moda in fatto di superfood. Vengono consigliate per ridurre il colesterolo, per rinforzare le difese immunitarie, prevenire invecchiamento e malattie cardiovascolari. Ma la loro efficacia non è provata, per cui è come decidere di mangiare qualsiasi altro frutto.


Stampa Invia