News

La Borsa Merci Telematica Italiana un nuovo strumento

01 luglio 2009

01 luglio 2009

Annibale Feroldi e Riccardo Cuomo - Borsa Merci telematica Italiana

In questi ultimi anni è divenuta sempre più pressante l'esigenza di ammodernare i servizi a supporto della commercializzazione dei prodotti agroalimentari in un ambito regolamentato e trasparente. Con il Decreto del Ministero delle Politiche agricole e forestali n. 174 del 6 aprile 2006 è stata ufficialmente istituita la Borsa Merci Telematica Italiana allo scopo di fornire un innovativo strumento di negoziazione e rispondere alle attuali esigenze di commercio.

L'esigenza di ammodernamento dei servizi a supporto della commercializzazione in questi ultimi anni ha investito anche il settore agroalimentare, da sempre legato a logiche e a sistemi tradizionali.

Nascono così innovativi strumenti e servizi per rendere più efficienti e trasparenti i mercati agroalimentari e per offrire agli operatori nuove opportunità commerciali.

In quest'ottica il Ministero delle Politiche agricole e forestali ha istituito con apposito D.M. N. 174/06 la Borsa Merci Telematica Italiana, il mercato telematico regolamentato sul quale è possibile contrattare i prodotti agricoli, agroalimentari e ittici.

Il sistema della BMTI, tra i più avanzati a livello mondiale, consente attualmente la contrattazione telematica su 35 mercati, riferiti principalmente ai settori dei cereali, lattiero caseari, carni, olio, vino, ortofrutta e concimi minerali. Inoltre sono in via di attivazione altri mercati telematici relativi ai fiori e piante, carni bovine, salumi, carciofo, kiwi, vino imbottigliato, mozzarella di bufala campana dop, biomasse e mela.

Gli operatori accreditati alla BMTI sono circa 1.200. Sono stati generati 10.501 contatti telematici, pari a 1.741.268 tonnellate di prodotto transato per un ammontare di circa 500 milioni di euro di valore scambiato.

Grazie alla BMTI, la Borsa non si muoverà più su rilevazioni e stime di prezzi, ma su prezzi reali, determinati dall'asta continua tra domanda e offerta.

Questo sistema di contrattazione assicura efficienza e razionalità ai mercati e determina rapidamente e con la massima trasparenza quantitativi scambiati e relativi prezzi.

I vantaggi: nuovi opportunità commerciali, possibilità di contrattazione con compratori esteri, maggiori informazioni sui prezzi del mercato, promozione della propria azienda e dei prodotti, riduzione dei costi.

La Borsa Merci Telematica, oltre ai servizi di accesso alla piattaforma online e informazioni sui mercati (comunicazioni prezzi, report, analisi e studi dei prodotti), fornisce agli operatori accreditati alcuni nuovi servizi accessori alle contrattazioni telematiche, tra cui il servizio "mercato telematico sicuro", attivo dallo scorso marzo, che consente ai professionisti, grazie alla nuova figura dei SAI (Soggetti Abilitati all'Intermediazione) di concludere contratti telematici assicurati.

Pagando un corrispettivo dello 0,23% sul valore del contratto telematico, è possibile assicurarne l'85% contro il rischio di insolvenza. Inoltre questo servizio non obbliga a pagare il corrispettivo su tutto il fatturato, ma soltanto sui contratti telematici.

Tra i progetti futuri che BMTI sta portando avanti c'è quello della Borsa Agro-Alimentare Telematica Mondiale (BAT), uno dei due progetti cardine dell'Expo 2015. È un progetto di cooperazione internazionale su larga scala che ha lo scopo di creare un network informativo e commerciale fondato sui principi della solidarietà internazionale e della regolamentazione paritaria e condivisa.

Gli obiettivi principali del progetto sono tre: raccolta e diffusione di informazioni, creazione di un unico mercato virtuale e regolamentazione paritaria e condivisa.


Stampa Invia