Attenzione a

Uova contaminate da fipronil, due casi anche in Italia

21 agosto 2017
maionese

21 agosto 2017

Nonostante le rassicurazioni fornite dal Ministero della Salute, anche in Italia sono stati segnalati due campioni di uova positivi al fipronil, un insetticida a rischio. Evitiamo i facili allarmismi, ma è necessario che i controlli proseguano a tappeto e chiediamo completa trasparenza. Facciamo il punto della situazione.

Nonostante le rassicurazioni divulgate dal Ministero della Salute, anche in Italia sono stati segnalati due casi di uova contaminate da fipronil. Dopo Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Hong Kong, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svezia e Svizzera, perciò, anche l'Italia rientra tra i Paesi coinvolti nello scandalo. Evitiamo gli allarmismi, ma chiediamo che venga fatta la massima chiarezza sulla vicenda e che i controlli proseguano, nell'interesse di tutti i consumatori.

Il Ministero della Salute ha richiesto ulteriori accertamenti

Lo scorso 11 agosto, tramite un comunicato stampa, il Ministero aveva precisato che, dai riscontri incrociati effettuati, la situazione italiana non destava preoccupazioni. Sarebbe stata infatti un'unica azienda francese ad aver acquistato uova da uno degli allevamenti olandesi e che, quindi, avrebbe venduto ovoprodotti trasformati a un'azienda italiana. Stando a quanto dichiarato nel comunicato, i prodotti in questione non avrebbero fatto in tempo ad arrivare sugli scaffali dei supermercati, perché le autorità sanitarie locali avrebbero provveduto a porre sotto sequestro l'intera partita. Il Ministero aveva inoltre annunciato l'inizio di un piano di campionamenti su uova, ovoprodotti e pollame per la ricerca di fipronil che, ad oggi, ha fatto emergere le due positività. È stata quindi inviata una segnalazione alle Regioni e Asl competenti per ulteriori accertamenti sulla fonte di contaminazione e l’adozione di eventuali provvedimenti restrittivi.

Cos'è il fipronil e quali rischi comporta per la salute? 

Il fipronil (o fluocianobenpirazolo) è un insetticida ad ampio spettro che, come principio attivo, viene utilizzato anche come antiparassitario per gli animali da compagnia. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità avrebbe un impatto negativo su fegato, reni e tiroide e, per questo motivo, la sostanza è vietata per il trattamento degli animali destinati al consumo umano. I rischi sono proporzionati alla quantità di prodotto ingerito, ma non possono essere escluse complicazioni nel caso dell'ingestione da parte di bambini.


Stampa Invia