News

18 vini novelli alla prova d'assaggio

18 dicembre 2013

18 dicembre 2013

Abbiamo testato 18 vini novelli, selezionandoli tra i più venduti. Dal laboratorio è emerso che sono tutti prodotti di buona qualità. La prova dell’assaggio ha dimostrato che, ancora una volta, non è necessario spendere troppo per portare in tavola un buon vino.

Può essere sia fermo che frizzante. Parliamo del novello: un vino morbido, fruttato con aromi tipici di lampone e fragola, subito maturo e pronto per il consumo. Il novello deve essere confezionato entro il 31 dicembre (dell'annata relativa alla vendemmia) e, per legge, non può essere immesso sul mercato prima del 30 ottobre dello stesso anno. Per testarne la qualità, ne abbiamo portati in laboratorio 18, facendoli quindi assaggiare a una giuria di esperti. Scopri i risultati del test: clicca sul bottone e seleziona "Novello" tra le tipologie sulla sinistra.

I nostri test sui vini

I vini in laboratorio

Dalle analisi di laboratorio è emerso che i vini analizzati sono tutti di buona qualità. In particolare, sono stati considerati diversi parametri come la valutazione del grado alcolico effettivo, che si discosta da quello dichiarato in etichetta entro i limiti di legge, e il quantitativo di zuccheri presenti. Sono stati quindi presi in considerazione l'acidità totale e volatile e il contenuto di solfiti, sempre molto bassi.

La prova dell'assaggio

L’assaggio è stato effettuato dai nostri esperti seguendo il rigoroso metodo dell’analisi sensoriale. Per evitare qualsiasi tipo di condizionamento, i vini sono stati presentati ai giudici in forma anonima, senza nessuna informazione sui campioni. I vini sono risultati nel complesso piuttosto graditi: circa la metà dei novelli riceve giudizi buoni, mentre i rimanenti si aggiudicano valutazioni medie. Solo un vino si distingue per un giudizio negativo. La ricchezza aromatica, la sua persistenza e il corpo sono stati gli elementi che hanno influito sul gradimento dei giudici.

Non è necessario spendere troppo

Il test sui vini novelli dimostra, ancora una volta, come qualità e prezzo non siano direttamente proporzionali. Il nostro Migior Acquisto, infatti, ha un prezzo medio inferiore ai 4 euro. I vini più costosi (con prezzi compresi tra i 4,98 e i 5,99 euro), ottengono giudizi di qualità globale inferiori a 60. Il più costoso si posiziona nella seconda metà della classifica.


Stampa Invia