News

Auto a tutto gas quando conviene

01 luglio 2013

01 luglio 2013

Le auto a gpl e metano possono far bene a portafogli e ambiente. Attenti: i distributori sono pochi, per trovarli si macinano chilometri.

Pochi distributori
L’esperienza insegna che le auto a gas cominciano a essere convenienti solo per chi fa molti chilometri all’anno: è così che si riesce ad ammortizzare il prezzo di acquisto — spesso di gran lunga superiore rispetto a quello degli analoghi modelli a benzina — e le maggiori spese di manutenzione e revisione. Senza gli ecoincentivi, diventa ancor più antieconomico acquistare un’auto a gas se i chilometraggi annui sono contenuti.
Per verificare quanto costa al chilometro la vostra auto, utilizzate il nostro calcolatore.
Altri fattori devono essere presi in considerazione, in primo luogo la vicinanza di un distributore di gpl e soprattutto di metano. Purtroppo, i punti di rifornimento sono ancora pochi e distribuiti disomogeneamente sul territorio nazionale. Se il distributore si trova fuori mano, potreste essere costretti a fare molta strada a vuoto o a utilizzare la benzina, e addio risparmio.

Nessuna paura sul versante della sicurezza
La costruzione dei serbatoi e delle diverse componenti dell’impianto segue norme severissime per l’omologazione. Per esempio, il serbatoio gpl è costruito con una lamiera d’acciaio di 3,5 millimetri ed è trattato termicamente per evitare crepe in caso di deformazioni dovute a un incidente. Al contrario, il serbatoio della benzina è in plastica. Stesso discorso per le tubazioni: nel gpl sono in metallo, mentre nell’impianto a benzina sono in plastica o in gomma.

I costi di manutenzione sono maggiori
Il gpl e il metano hanno un potere lubrificante inferiore alla benzina e il motore è sottoposto a pressioni superiori (soprattutto con il metano). Per questo i costi di manutenzione e la frequenza dei controlli in officina sono superiori. Motivi per cui nel nostro test abbiamo ipotizzato, per le vetture a gas e metano, una spesa annua di manutenzione maggiore di quella prevista per i modelli alimentati a benzina e diesel.


Stampa Invia