News

Auto elettrica: pregi e difetti

25 settembre 2012

25 settembre 2012

Nonostante i prezzi della benzina sempre più alti, quello dei veicoli ecologici è un mercato che stenta a decollare. Uno dei motivi è il loro prezzo: ammortizzare l'investimento iniziale è praticamente impossibile senza l'introduzione di incentivi statali. Nel nostro video abbiamo analizzato pregi e difetti delle principali auto elettriche presenti sul mercato.

Silenziosa alla guida, semplice da utilizzare e scattante. Uno dei pregi principali è proprio la capacità di ridurre l'inquinamento acustico delle grandi città. Dall'altra parte, però, può essere un pericolo per i pedoni che non la sentono arrivare.

Video Block


In media servono tra i 30 e i 40 mila euro per acquistare un auto elettrica. Al di là degli ostacoli pratici, la vendita di auto elettriche in Europa ha qualche difficoltà a decollare proprio per i prezzi elevati che le rendono un privilegio per pochi. Il vantaggio economico derivante dai prezzi del pieno (quello elettrico costa dai 2 ai 3 euro) rischia di essere vanificato dall'investimento iniziale.

Ammortizzare il costo iniziale è praticamente impossibile
A fronte di una spesa così sostenuta, solo dei massicci incentivi statali potrebbero invogliare all'acquisto, ma quelli previsti attualmente non sono sufficienti. Ammortizzare il costo dell'auto è praticamente impossibile: bisognerebbe utilizzarla per almeno 200 mila km. Questo significa, però, spendere qualche migliaio di euro per acquistare le batterie nuove, visto che quelle di serie sono garantite per 5 anni o fino a un massimo di 100 mila chilometri.


Stampa Invia